fbpx

Basket, la Fidelia Torrenova si ferma al PalaPadua di Ragusa: finisce 83-75

Fidelia Torrenova Gaferr

Sconfitta a Ragusa per la Cestistica Torrenovese: tabellino e commento della sfida

La Fidelia Torrenova viene battuta dalla Virtus Ragusa nel derby valido per la 10° Giornata del Girone D di Serie B al termine di una gara combattuta ed intensa. Alla squadra di coach Bartocci non è bastato un super Zucca da 31 punti e 16 rimbalzi ed un Perin da 18 punti e 8 rimbalzi per avere la meglio di una Virtus aggressiva e più cinica, apparsa sicuramente meno stanca della Cestistica alla quinta gara in 14 giorni. Torrenova tornerà in campo già mercoledì 8, quando nel turno infrasettimanale al Pala LuxorBuilding arriverà la Virtus Salerno.

Virtus Ragusa – Fidelia Torrenova 83-75 (16-18, 43-33, 65-51)

Virtus Ragusa: Sorrentino 21 (0/1, 5/11), Chessari 19 (4/6, 2/6), Picarelli 17 (2/5, 3/7), Rotondo 15 (5/7, 0/1), Simon 7 (2/2, 1/1), Da Campo 2 (1/3, 0/2), Canzonieri 2 (1/2, 0/2), Salafia (0/1), Mirabella ne, Incremona ne. Coach: Bocchino.

Fidelia Torrenova: Zucca 31 (10/12, 3/8), Perin 18 (4/6, 2/8), Vitale 8 (4/11, 0/7), Zanetti 8 (1/1, 1/1), Bolletta 5 (2/6, 0/1), Tinsley 2 (1/1, 0/3), Galipo 2 (1/4, 0/1), Malkic 1 (0/2, 0/1), Nuhanovic ne. Coach: Bartocci.

Vitale e Zucca aprono la contesa per gli ospiti, dopo le due bombe di Picarelli per il 10-8 alla metà del primo quarto. La Virtus però è pimpante, e lo dimostra con Simon e Da Campo per il +7, ma Torrenova risponde con un break di 1-11 firmato da Zucca e Tinsley per il vantaggio sul 16-18 al termine dei primi 10’. È ancora un’immarcabile Zucca ad aprire il secondo parziale, ma la Virtus è più intensa. Così, coi canestri di Rotondo, Sorrentino e Simon la squadra di Bocchino scappa fino al 43-33 con le realizzazioni di Perin, Zanetti, Vitale e Bolletta a limitare le distanze. Nel terzo quarto la Fidelia è un diesel, con Zucca e Vitale a permettere un rientro fino al -5. Ragusa però risponde con la stessa moneta e trova il +14 in chiusura di quarto con una bomba di Sorrentino. Nell’ultimo parziale la Cestistica prova a rifarsi sotto con Perin e Zucca, tornando fino al -4, 76-72, a pochi minuti dalla sirena finale. Sorrentino, Picarelli e Rotondo però rispondono con esperienza, tenendo avanti la Virtus fino alla fine.