fbpx

Reggio Calabria, la testimonianza di una cittadina: “non c’è solo il Covid, mia mamma caduta e abbandonata perchè sembra esistere solo il virus”

/

Reggio Calabria, la testimonianza della figlia della signora Startari dopo la caduta in strada

La testimonianza di una cittadina di Reggio Calabria che ha vissuto dopo la caduta della mamma di qualche giorno fa: “mi chiamo Leila Lahami e mia mamma Startari Giovanna, l’altra sera è caduta mentre scendeva dalla macchina sbattendo violentemente la spalla sul marciapiede. Il pomeriggio seguente si reca al Pronto soccorso dell’ospedale di Reggio Calabria dove, a seguito delle lastre, si evidenziano una frattura scomposta della testa e del collo dell’omero, fasciandola, e rimandandola a casa perché senza posti disponibili in reparto di ortopedia. Richiamiamo l’ospedale di Reggio Calabria dove il dottore che ha seguito mia madre in pronto soccorso ci conferma che non ci sono posti disponibili. La mia domanda è: ma per poter essere operati, in questo caso mia madre, con una frattura scomposta del collo e testa dell’omero, cosa deve fare? Deve chiamare 1000 strutture anche private per poter trovare un posto? Dovrebbe essere la struttura pubblica ad occuparsi di questi pazienti e lei era disponibile anche ad operarsi in una struttura pubblica quindi anche in un nosocomio fuori dal contesto reggino. Successivamente siamo andati a visita da un medico privato e sarà operata all’Istituto Ortopedico. Io voglio denunciare questa cosa perché non è possibile che nel 2022 una persona ammalata debba uscire pazza per trovare una struttura che abbia un posto disponibile. Premetto che mia madre è un soggetto invalido al 75%, ha un diabete e un’insufficienza respiratoria e in questo momento è stata rimandata a casa senza terapia. Per i medici dell’ospedale del Pronto soccorso non deve fare nessuna terapia: è stato il nostro medico curante che noi abbiamo contattato a dirgli quali farmaci fare seppur ha un dolore lancinante tanto da non farla dormire la notte”. In basso l’INTERVISTA completa.

Reggio Calabria: le parole di Leila Lahami sul caso della mamma Giovanna Startari [VIDEO]