fbpx

Reggio Calabria, questa sera il Castello Aragonese ospita Balenando Reading Festival: il programma

Balenando al Castello

Le donne di Omero Reading e LuccAutori tra i protagonisti della giornata del Balenando in Burrasca Reading Festival al Castello Aragonese

Giornata densa di appuntamenti sabato 28 agosto al Castello Aragonese di Reggio Calabria che ospita la lunga programmazione del Balenando Reading Festival. Ospite d’eccezione sarà Demetrio Brandi, presidente del premio letterario LuccAutori Racconti nella Rete, considerato il più grande premio nazionale per inediti online. Con lui, un nutrito gruppo di autori. La programmazione inizierà alle ore 18.00 con la proiezione del cortometraggio “Non lo faccia” per la regia di Giuseppe Ferlito. Il soggetto, scritto dalla reggina Katia Colica, ha vinto la selezione 2019 della sezione corti del premio. Sarà presente l’attore Sebastiano D’Agostino. A seguire, una originalissima produzione del festival con la performance di Tai Chi “Lascia tutto e seguiti” di Mariacaterina Gattuso su musiche e letture dal vivo.

La performance è un omaggio al G. M. Sun Lu Tang, uno dei maestri più influenti delle arti marziali cinesi “interne”, nonché raffinato conoscitore del pensiero taoista, buddista e confuciano. Mariacaterina Gattuso è istruttrice della scuola “Tai Chi for Health” fondata dal dr. Paul Lam. Ha iniziato il suo percorso con il Maestro Roberto Crea e dopo workshop e training course in Italia e in Inghilterra, ha intrapreso una fase di maturazione all’interno della Scuola Sun Style Neijiaquan. Dopo la performance, prevista nella sala museale del Castello, ci si sposterà nella terrazza “Mezzaluna” dove tornerà protagonista LuccAutori Racconti nella Rete, con il presidente Demetrio Brandi, gli scrittori Barbara Cutrupi e Maurizio Polimeni, l’attore Sebastiano D’agostino. Letture a cura di Maria Grazia Manti. Con la partecipazione di Aldo Libri, scrittore e segretario del SUL – Sindacato Artisti. Nell’occasione saranno ricordate le prime venti edizioni del premio. Chiuderà la giornata il reading “Omero: le voci delle donne” con i testi e la voce di Katia Colica, il basso elettrico e i synth di Antonio Aprile. Partendo dal mito, la performance ripercorre le sensazioni vissute dai personaggi femminili di Iliade e Odissea. Legate da un unico percorso di sofferenza e sacrificio, dee o umane, mortali o immortali, sono tutte figure che prendono forma raccontando in prima persona il loro punto di vista. Lo spettacolo/reading, dunque, impiegando un linguaggio innovativo, narrativo e poetico, propone delle considerazioni sugli stereotipi attraverso la forza evocativa del mito. Tra i vari appuntamenti sarà possibile anche aderire alla campagna di raccolta fondi per l’emergenza Afghanistan di Action Aid che il Balenando in Burrasca Reading Festival ha deciso di sostenere.

Prenotazioni obbligatorie, posti limitati. Info sul sito ufficiale www.balenandoinburrasca.it