fbpx

Reggina, De Lillo sui lavori al Granillo: “Entro un mese daremo mandato a un’azienda per un progetto. Abbiamo un sogno…” e annuncia le novità

stadio granillo reggio calabria

Le parole del rappresentante delle istituzioni della Reggina Fabio De Lillo in merito ai lavori per rendere lo stadio Granillo un polo non solo sportivo ma anche commerciale e sociale

E’ tornato a parlare dei lavori di ammodernamento dello stadio Oreste Granillo il rappresentante delle istituzioni della Reggina Fabio De Lillo. E’ lui che, come ormai si è capito dalle interviste recenti, si sta occupando direttamente della questione. Alla tv ufficiale, a “Tutti Figli di Gallo”, è stata mandata in onda l’intervista avvenuta nel rettangolo verde dell’impianto di Via Galileo Galilei prima di Reggina-Vicenza.

“Entro un mese – afferma De Lillo entrando più nel dettaglio rispetto a quanto già detto in questi mesi – daremo mandato all’azienda che ci farà il progetto preliminare per studiare un modello di come dovrebbe essere lo stadio. Una volta avuto il progetto lo presenteremo al Comune. Nell’idea della società c’è anche quella di una stazione che possa permettere ai tifosi una fermata proprio vicino allo stadio. Poi partirà l’iter per il project financing e il bando pubblico. L’intenzione è di coprire tutte e quattro le tribune e rendere tutti gli ingressi più agibili, ma il nostro sogno sarebbe togliere le barriere divisorie tra il pubblico e il campo. Questo avviene in gran parte degli stadi d’Europa e anche in qualcuno in Italia”.

Dal punto di vista commerciale, “l’idea è riempire le tribune con delle torri in cui inserire uffici e alberghi dentro. Tutte proposte che valuteremo con il presidente. Dentro le tribune è tutto vuoto, possono venire uffici, ristoranti, bar, ma l’importante è riqualificare tutta l’area interna ed esterna, con le altre strutture sportive adiacenti come il Botteghelle o la piscina. Tra il Granillo e la stazione ci sarà poi un parco commerciale, un parco sociale in cui poter fare giocare i bambini e un collegamento con un ponte che permetterà di superare i quartieri che stanno al di là della ferrovia”.

Migliorie anche per quanto riguarda la tribuna: “Prevediamo – prosegue De Lillo – degli skybox in alto, delle tribune private, degli appartamenti con tutti i comfort possibili per gli sponsor che potranno invitare i propri clienti. L’intervento sarà fatto tutto con strutture ecosostenibili, con pannelli di impianti fotovoltaici. I presupposti per un ottimo progetto ci sono tutti quanti”.

Reggina, lo stadio Granillo come il Mapei Stadium? Viaggio all’interno dell’impianto emiliano tra centri commerciali, palestre e cinema [FOTOGALLERY]