fbpx

Reggio Calabria: settimana della Cultura all’I.T.I. “Panella Vallauri”, grande partecipazione ed interazione all’incontro in webinar con Fulvio D’Ascola,

Reggio Calabria: settimana della Cultura all’I.T.I. “Panella Vallauri”, grande partecipazione ed interazione all’incontro in webinar con Fulvio D’Ascola, sociologo dei processi culturali e comunicativi sulla tematica “Free Style and society:i nuovi linguaggi giovanili in musica.Dal Rap all’HIp Hop, al Trap”

“Scopriamo il mondo con un click” è il titolo identificativo della tematica della “Settimana della Cultura” svoltasi all’I.T.I. “Panella Vallauri “, che ha relazionato docenti e studenti con esperti di settore, su tematiche inerenti il percorso scolastico, l’arte e la condivisione di pensieri. Venerdi 5 febbraio , la musica e la società, sono state protagoniste dell’incontro in webinar con Fulvio D’Ascola, sociologo dei processi culturali e comunicativi, sul tema “Free Style and society:i nuovi linguaggi giovanili in musica.Dal Rap all’HIp Hop, al Trap”. Incontro organizzato dalla professoressa Raffaella Imbriaco , con l’obiettivo di fare conoscere i nuovi stili musicali legati all’uso delle parole. 745 persone , tra docenti e studenti hanno ascoltato ed interagito, con un grande scambio di informazioni reciproco. Fulvio D’Ascola ha creato un percorso totalizzante partendo dalla bellezza della contaminazione delle nostre origini,sottolineando le influenze della Magna Grecia,degli Arabi e dei Bizantini, con la nostra cultura e l’importanza del contesto sociale quale fonte di influenza ed ispirazione della musica. Un punto di partenza per fare comprendere la nascita dei linguaggi  musicali giovanili di New York ed Harlem,con l’incontro tra gli  afroamericani ed i figli di immigrati dei paesi caraibici,che con la musica Hip Hop,hanno creato un segno identificativo per riscattare la condizione sociale di sottomissione subculturale del Ghetto. Un lungo viaggio,partendo dalla retorica,dalla bellezza delle parole,del canto degli Aedi,fino ad arrivare ai Block Party,le feste in cui si diffuse l’ Hip Pop,campionando porzioni ritmiche musicali della musica Soul e del Rn’b. Tante fermate di un treno immaginario, con le stazioni rappresentate dagli interventi e dalle domande di docenti e studenti al sociologo,che sono diventati i protagonisti positivi e propositivi dell’incontro. Intervenendo sulla necessità di creare un percorso di cultura sociologico musicale, integrato con l’insegnamento della lingua italiana. Positive anche le testimonianze di studenti musicisti, che hanno sottolineato il cambiamento dell’intensità della composizione musicale, ormai sostituito negativamente da loop e registrazioni digitali. Un viaggio tra parole e video , parlando anche delle influenze dei Sound System in Giamaica ,da cui è derivato poi l’approccio dei Block Party,le feste casalinghe di Harlem. Uno spazio riservato anche alla creazione della  ” Universal Zulu Nation “,nel 1973, da parte del rapper Afrika Bambaata, per coinvolgere i giovani afroamericani sottraendoli dai rischi delle devianze di strada.Fulvio D’Ascola ha anche affrontato la tematica delle parole, la loro importanza, l’importanza del loro uso e la trasformazione in comunicazione paraverbale nelle esecuzioni Rap. “Scopriamo il mondo con un click”, ha raggiunto il suo obiettivo, catapultando docenti e studenti nel rapporto della comunicazione mediata in webinair ,superando le distanze fisiche con l’empatia e la chiarezza della partecipazione e dimostrando l’azione positiva della dirigente scolastica dott.ssa Anna Nucera,che coniuga bene il rapporto scolastico ed educativo, con l’interazione società civile ed intellettuale, coinvolgendo studenti e docenti con grande efficacia e competenza.