fbpx

Vaccino Coronavirus – AstraZeneca rassicura, sarà pronto entro marzo 2021: costo, dosi e dettagli

Gettyimages / sittithat tangwitthayaphum

Vaccino Coronavirus, il direttore dell’area di Ricerca e sviluppo oncologico di AstraZeneca svela alcuni dettagli sul farmaco che arriverà entro marzo 2021

Vaccino Coronavirus, AstraZeneca lo distribuirà entro marzo 2021 – La pandemia di Coronavirus continua a dilagare e la tanto attesa ‘seconda ondata’ rischia di portare un secondo lockdown in diversi Paesi del mondo, Italia compresa. Le misure restrittive prese dai governi posso limitare la diffusione del virus, sacrificando libertà personali e salute dell’economia, ma sembra che solo con il vaccino si possa ritornare ad una parvenza di normalità. A tal proposito Josep Baselga, direttore dell’area Ricerca e sviluppo oncologico di AstraZeneca, in un’intervista alla radio catalana ‘Rac1’, ha rassicurato: “il vaccino sarà in una fase avanzata di distribuzione entro la fine del primo trimestre del prossimo anno. Saranno tre miliardi le dosi di vaccino che sono fiducioso si dimostreranno efficaci. Abbiamo iniziato a produrre milioni e milioni di dosi di vaccini prima di sapere se funziona perché non vogliamo aspettare sei mesi. All’inizio dell’anno avremo già tre miliardi di dosi“.

Vaccino Coronavirus, AstraZeneca lo distribuirà entro marzo 2021 – Il medico catalano ha spiegato inoltre che il vaccino sarà distribuito in “tutto il mondo e non solo a singoli stati o in Europa“. Attualmente esistono: “175 diversi vaccini su cui si sta lavorando in tutto il mondo, 35 dei quali in studi clinici con pazienti e 10 nella loro fase di verifica finale. Il vaccino aiuterà, ma non è l’unica soluzione: AstraZeneca sta anche sviluppando un trattamento con anticorpi monoclonali“. Il vaccino verrà venduto a prezzo di costo, circa due euro e sarà richiesta la somministrazione di due dosi a distanza di 28 giorni. “Posso dire che allo stato attuale tutto procede nel migliore dei modi e non ci sono evidenze che facciano pensare a controindicazioni dal punto di vista delle età e delle patologie“, ha affermato a Radio Cusano Campus Piero Di Lorenzo, presidente e amministratore delegato di Irbm Pomezia, in merito al candidato vaccino anti-Covid Oxford-Irbm- AstraZeneca.