fbpx

Palermo, attesa per il completamento dell’anello ferroviario: la struttura migliorerà il trasporto collegando porto, centro e aeroporto

Si va verso il completamento dell’anello ferroviario di Palermo: consegnato il progetto definitivo al Provveditorato interregionale per le Opere Pubbliche

Anello ferroviario Palermo: procedono i lavori di completamento – Il trasporto urbano nella città di Palermo è pronto a fare un viaggio nel futuro. Rete Ferroviaria Italiana ha completato il progetto definitivo del famoso anello ferroviario che renderà più facile il collegamento fra porto, centro cittadino e aeroporto, presentandolo al Provveditorato interregionale per le Opere Pubbliche. Attraverso la realizzazione di tale opera, diverse aree urbane verranno riqualificate, molte fermate saranno sotterranee e in superficie ci sarà più spazio per aree verdi destinate allo sport e al semplice relax di grandi e piccini. È prevista la conversione dell’ex scalo ferroviario di Lolli, situato fra la stazione di Notabartolo e ‘Turrisi Colonna’, ma attualmente non si è parlato del riutilizzo del fabbricato Palermo Lolli, storica stazione in funzione fra il 1891 e il 1974.

Il progetto presentato prevede un investimento di 100 milioni di euro per una tratta di 1.7 km realizzata in sotterranea mediante TBM, per la quale si prevedono 4 anni di lavori. L’intera rete ferroviaria dell’anello palermitano, esteso su binario unico per circa 7 km, sarà elettrificato a 3 kV in corrente continua.

Anello ferroviario Palermo: treni e tempistiche – Il nuovo anello ferroviario verrà percorso in meno di 15 minuti e nelle varie ipotesi stabilite vedrà scorrere sui propri binari dai 4 agli 8 treni ogni ora a seconda degli accordi fra Regione Sicilia e Trenitalia. Attualmente è previsto un treno ogni 30 minuti tra Centrale e Notabartolo, i treni utilizzati sono prevalentemente ‘Minuetto’ e ETR 425 ‘Jazz’ di Trenitalia, lunghi tra 80 e 90 metri, con una capacità complessiva di oltre 400 passeggeri. Il futuro Anello è già utilizzato nel segmento tra Notarbartolo e Giachery, con le fermate di ‘Imperatore Federico’ e Fiera, con ‘navette’ che impiegano 11 minuti.