fbpx

Riapertura stadi, Balata: “Non discriminare la Serie B e i tifosi”

Balata Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images

Il presidente della Lega Serie B Mauro Balata chiede al Governo di riservare un occhio di riguardo alla cadetteria sulla questione riapertura stadi

“In questo momento in cui si sta discutendo della riapertura parziale degli stadi il mio messaggio è chiaro, quello di riservare un trattamento di salvaguardia per i tifosi, che sono il patrimonio del calcio, e per quei campionati come la Serie B che ne sono l’espressione più autentica”: è il messaggio del presidente della Lega Serie B Mauro Balata che chiede al Governo di non disperdere, in questa fase decisionale, quel patrimonio che il calcio insieme ai propri territori ha saputo costruire negli anni e che è alla base del successo, anche economico, di un settore che travalica le dinamiche sportive e sconfina in quello della passione e delle relazioni sociali. “In un periodo in cui gli italiani hanno bisogno di punti di collegamento il calcio, e la Serie B che ha un’affinità speciale con le proprie comunità, può diventare uno strumento importante rispettando ovviamente i crismi della sicurezza come fatto anche altrove in Europa”. Un bene imponderabile, quello dunque alla base del quarto asset economico del paese, costruito sulla passione e sull’emozione della gente che si riverbera soprattutto nei territori: “Per questo deve essere chiaro, nelle decisioni che verranno prese nelle prossime ore, che non ci debba essere alcuna discriminazione nel calcio italiano, con criteri trasparenti e che evitino il pericolo di lontananza e quindi di abbandono dei tifosi da questo mondo”.

Riapertura stadi: “Evitiamo ‘effetto discoteca’: Serie B e Lega Pro senza pubblico non stanno in piedi”