fbpx

Coronavirus, Rezza: “in Italia siamo ancora nella fase 1″

Coronavirus, Rezza: “in Italia siamo ancora nella fase 1. La politica deve decidere qual è il rischio accettabile”

“Questo parlare di Fase 2 deve tenere conto del fatto che attualmente siamo ancora in Fase 1 quindi qualsiasi attività riprenda deve essere fatta nel massimo della sicurezza. La politica deve decidere qual è il rischio accettabile“, è quanto ha affermato Giovanni Rezza, del dipartimento Malattie Infettive-Iss, in collegamento con il programma Agorà. “Il test sierologico- prosegue Rezza- non dà un patentino di immunità. Dobbiamo fare uno studio di prevalenza per vedere qual è la diffusione dell’infezione nelle varie aree italiane. Noi stimiamo che i casi che vengono segnalati siano da un quinto a un decimo di tutte le infezioni che si sono verificate in Italia“.