fbpx

Coronavirus, il Governo ha deciso: misure restrittive estese almeno sino a Pasqua

Coronavirus, il ministro Speranza: “nella riunione del Comitato tecnico scientifico è emersa la valutazione di prorogare tutte le misure di contenimento almeno fino a Pasqua”. L’Esecutivo pronto ad un nuovo Decreto

Coronavirus-“Nella riunione del Comitato tecnico scientifico svoltasi stamattina è emersa la valutazione di prorogare tutte le misure di contenimento almeno fino a Pasqua. Il governo si muoverà in questa direzione”. E’ quanto afferma il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Coronavirus, D’Incà: “pronto un nuovo decreto prima delle scadenze del 16 aprile, perché le aziende si ritroveranno di fronte a nuove scadenze fiscali”

In un’intervista televisiva il ministro per i Rapporti con in Parlamento Federico D’Incà ha annunciato che “un nuovo decreto prima delle scadenze del 16 aprile, perché le aziende si ritroveranno di fronte a nuove scadenze fiscali. Davanti a questo dobbiamo arrivare con un nuovo dl che permetta di poter sospendere e rinviare, aiutare per aprile le partite Iva, gli autonomi, le tante aziende che hanno bisogno di fondi di garanzia per guardare al futuro con sicurezza. Lo Stato c’è. Saranno almeno altri 25 miliardi di euro, mi auguro che possiamo avere ancora più risorse disponibili”.

Coronavirus, Locatelli: “Riaperture? Ne parliamo dopo Pasqua”

“Una riapertura del paese post-coronavirus? “Ne riparliamo dopo Pasqua“. E’ quanto afferma il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli, il quale ha risposto a chi gli chiedeva se fosse possibile una riapertura anche scaglionata dell’Italia in vista delle festività pasquali. “E’ una decisione che spetta alla politica e al Consiglio dei ministri – sottolinea Locatelli – ma se mi chiede una personale opinione, è ancora tempo di mantenere misure stringenti. Ne riparliamo dopo Pasqua“.