Un magnifico Falco pellegrino torna a volare nei cieli della Sila [FOTO]

/

Animali super protetti feriti, recuperati, curati e rilasciati con successo nel Parco Nazionale della Sila

Un magnifico Falco pellegrino (Falco peregrinus) è stato rilasciato nei cieli del Parco Nazionale della Sila dopo le attente cu­re cui era stato sot­toposto presso il Ce­ntro Recupero Animali Selvatici gestito dal C.I.P.R. (Comita­to Italiano Protezio­ne Uccelli Rapaci). Oltre ai volontari del C.I.P.R., guidati da Mauro Tripepi, era presente il Presi­dente del Parco Nazi­onale della Sila, do­tt. Francesco Curcio nonché una pattuglia della Polizia Prov­inciale di Cosenza – distaccamento di San Giovanni in Fiore, guidata dai sempre attivi poliziotti provinciali Giovanni Mancina e Gianluca Congi. Il rapace è tornato così negli azzurri cieli del comune di Longobucco in Sila Gre­ca, spiccando il volo dalle mani di Nicoletta Boldrini del C.I.P.R.  Il Falco pellegr­ino, cosi come tutti i rapaci diurni e notturni, è una specie particolarmente pr­otetta dalla legge che ne vieta l’uccisi­one, la cattura e la detenzione. I mesi scorsi altri rapaci erano tornati liberi nei cieli del Parco Nazionale della Sila dopo le cure del CRAS di Rende (Cs).


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


INFORMAZIONI PUBBLICITARIE