Messina, Biancuzzo: “Riaprite la postazione del 118 a Castanea”

Il consigliere Biancuzzo chiede al sindaco di Messina la convocazione di un tavolo tecnico con i dirigenti dell’Asp, il Prefetto, Musumeci e l’assessore regionale Razza: “9 mila persone da oltre sei anni senza presidio sanitario”

“Nonostante le richieste, gli incontri, i sopralluoghi e le varie passerelle, ad oggi a Castanea la postazione del 118 è ancora chiusa”- è l’amaro commento del consigliere della VI Circoscrizione Mario Biancuzzo.
Il consigliere ribadisce “l’emergenza di adottare immediati interventi per ripristinare un servizio indispensabile per tutelare la salute pubblica con la riapertura della postazione del 118, chiuso da sei anni.
Il gravissimo problema è stato affrontato dal consiglio della municipalità, organo eletto democraticamente dai cittadini, per chiedere la riapertura del presidio del 118, ma ad oggi nulla è stato fatto
Chiedo, nella qualità di consigliere, al Signor Sindaco, on. dott. Cateno De Luca, di indire un tavolo tecnico, con i dirigenti del 118, dell’ASP, del Prefetto, del Presidente della Regione, con l’Assessore alla salute regionale, per stabilire l’immediata riapertura del presidio del 118 a nord del Comune di Messina, chiuso da sei anni.
Una popolazione di oltre 9mila persone che in estate tende a triplicare sprovvista di ambulanze è questa la situazione con cui i villaggi dell’estrema riviera nord devono fare i conti da oltre sei anni.
Il presidio del 118 deve tornare e subito a Castanea, così come risulta da delibera regionale, sede più idonea dal punto di vista logistico, in modo che tutti i cittadini possano usufruire del presidio medico fisso in grado di garantire interventi tempestivi in tutto il circondario”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...