Cristianesimo e Islam: a Messina il seminario su “La donna: tra modernità e tradizione”

Presso l’istituto Cristo Re di Messina il terzo incontro tematico dedicato alla Donna, tra modernità e tradizione

La Comunità Islamica di Messina e l’Arcidiocesi di Messina Lipari Santa Lucia del Mela, rappresentata da Consulta delle Aggregazioni laicali, Caritas, Ufficio Migrantes e Ufficio per il Dialogo interreligioso, a seguito della positiva esperienza delle precedenti edizioni, ripropongono per il 2018 tre incontri a tema, con lo scopo di continuare e progredire nella conoscenza, nel riconoscimento reciproco e nella convivenza pacifica, consapevoli che la comprensione di affinità e differenze aiuti a stabilire un clima di maggiore dialogo e serenità per la realizzazione di una Città plurale. Il terzo appuntamento è previsto giovedì 19 aprile 2018 alle ore 17.00, presso l’Istituto “Cristo Re”
(viale Principe Umberto, 89 – Messina). Il tema di questo terzo incontro sarà: LA DONNA, tra modernità e tradizione. Come una cartina tornasole, la condizione della donna evidenzia il livello culturale delle comunità sociali e religiose. È una questione complessa e urgente per la sua dimensione globale e interculturale. Di fatto la donna continua a essere un anello debole nelle società irrigidite nelle tradizioni e là dove la violenza può esplodere con conseguenze gravissime. La riflessione sul ruolo della donna pone interrogativi fondamentali: quali sono i diritti dell’essere umano uomo/donna? Quali equilibri sono possibili tra distinzione e relazione, tra stimoli della modernità e rispetto delle tradizioni? Quali i compiti e le funzioni specifiche della donna, in questo nostro tempo di mobilità, esodi di massa e decise trasformazioni culturali, sociali e giuridiche? Ci aiuteranno a riflettere sul tema Souheir KATKHOUDA, già presidente dell’Associazione Donne Musulmane d’Italia (ADMI) e membro del Forum Europeo delle Donne Musulmane (EFOMW). Siriana, nata ad Aleppo, vive a Milano dal 1976. È riconosciuta come punto di riferimento per le donne musulmane in Italia e apprezzata per il suo impegno sul versante del dialogo, del riconoscimento reciproco e dell’incontro; Renata BEDENDO, teologa e arabista, è tra i fondatori del Centro Ambrosiano per le Religioni e ricopre l’incarico di segretaria del Coordinamento delle Teologhe Italiane (CTI). Ambasciatrice di pace di IIFWP (Interreligious and International Federation for World Peace), collabora con l’Università degli Studi di Milano come cultrice della materia (lingua araba). A moderare l’incontro sarà il professore Luigi D’ANDREA, docente di “Diritto costituzionale” presso l’Università degli Studi di Messina.