Reggio Calabria: grande successo per la quinta giornata dell’Osteoporosi

tromba

Grande successo per la quinta giornata dell’Osteoporosi Promossa dal dr Domenico Tromba a Reggio Calabria per sensibilizzare tutti alla prevenzione

tromba Che cosa è la prevenzione? La prevenzione è l’attività che mira a ridurre la mortalità, la morbilità o gli effetti dovuti a determinati fattori di rischio o ad una certa patologia promuovendo la salute e il benessere individuale o collettivo. Che cosa è la promozione della salute? L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la promozione della salute come un processo che consente alle persone di esercitare un maggiore controllo sulla propria salute e di migliorarle. Prevenzione e promozione della salute sono il mantra del Dott. Domenico Tromba, specialista endocrinologo presso l’Asp 5 di Reggio Calabria e Consigliere dell’Ordine dei Medici che, da anni, nella nostra regione opera, con passione ed abnegazione, in questa direzione annoverando tra i suoi numerosi impegni quello di Coordinatore del più grande studio mondiale di prevenzione per il gozzo endemico da carenza iodica. Il percorso del dott. Tromba, nel campo della prevenzione, segna, oggi, un’ulteriore tappa con la quinta giornata di prevenzione dell’osteoporosi organizzata nella nostra città negli ultimi dodici mesi. Dopo i più che lusinghieri risultati delle prime quattro giornate, grande successo ha riscosso anche l’edizione numero cinque durante la quale il noto endocrinologo reggino ha visitato oltre 60 persone a cui è stata eseguita, sempre gratuitamente, la Moc. L’obiettivo che si è posto il dott. Tromba, con questa iniziativa a favore della popolazione del comprensorio reggino, è quello di contrastare una patologia molto diffusa anche nella città di Reggio Calabria con un’incidenza di circa il 25% della popolazione.

Generalmente l’osteoporosi viene considerata una patologia a carico delle ossa, ma, secondo alcuni si tratterebbe di un processo parafisiologico, la cui presenza predispone comunque ad un maggiore sviluppo di fratture patologiche e ad una conseguente diminuzione della qualità e della speranza di vita. “L’osteoporosi – ci spiega il noto specialista reggino – è una malattia che, in molti casi, si può prevenire ed un ruolo importante in questa ottica ci viene dall’informazione. E’ necessario, infatti, parlare a tutti visto che tutti siamo potenzialmente a rischio”. “Con l’aumentare dell’età ed in concomitanza con alcuni eventi specifici come la gravidanza – aggiunge il dott. Tromba –  si può correre il rischio di un’eccessiva diminuzione dei sali di calcio contenuti nelle ossa con conseguente aumento della loro fragilità e possibili fratture a seguito anche di piccoli traumi o persino durante le normali attività della vita quotidiana”. “Ecco – puntualizza lo specialista reggino anche Coordinatore provinciale dell’Osservatorio epidemiologico con sede presso l’Unical – il motivo per cui è necessario far conoscere i fattori di rischio dell’osteoporosi ed eseguire esami strumentali che ci diano indicazioni sul grado di osteopatia. Allo stesso modo, però, è importante divulgare le possibili misure atte a prevenire tale patologia”. Secondo l’endocrinologo della città dello Stretto “solamente così possiamo combattere e prevenire una patologia invalidante come l’osteoporosi che solo in Italia riguarda il 25% delle donne over 40 ed il 17% degli uomini ultracinquantenni”.

“Si può quindi affermare – conclude il dott. Domenico Tromba – che la vera prevenzione deve iniziare fin da giovani, sia nella donna che nell’uomo, non essendo questa una malattia di genere. La prevenzione rappresenta il futuro della medicina”. Ed è proprio per tale motivo che il dott. Domenico Tromba è pronto a continuare con altre iniziative ed altre giornate di prevenzione nell’ambito della campagna Ministeriale “No fratture” offrendo alla popolazione reggina l’occasione di dedicarsi alla propria salute e porre in essere quanto necessario per contrastare una patologia in sempre costante diffusione ed altamente invalidante.