Carabinieri forestali Reggio Calabria: biodiversità in corsia per una befana senza carbone

Reggio Calabria: parte il 6 gennaio da 30 strutture ospedaliere e di accoglienza in tutta Italia l’operazione “La Befana della Biodiversità”, una campagna dei Carabinieri Forestali di prevenzione, per il contrasto degli incendi e delle illegalità ambientali, che passa dalla conoscenza e l’amore per la natura e la biodiversità

CARABINIERI FORESTALII Carabinieri del Comando Unità Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare (CUTFAA) e del Raggruppamento Biodiversità, hanno organizzato “La Befana della Biodiversità”, una giornata speciale di educazione ambientale e solidarietà, che avrà luogo il giorno dell’Epifania presso i reparti pediatrici delle province e capoluoghi italiani. A Reggio Calabria e Messina i Carabinieri visiteranno i Reparti di pediatria degli ospedali Riuniti di Reggio Calabria e del Policlinico “G. Martino”di Messina. L’iniziativa tende ad avvicinare alla biodiversità i bambini ricoverati e il personale degli ospedali. L’educazione ambientale è una mission propria dei Carabinieri Forestali, è un’attività diretta a prevenire condotte che mettano in pericolo l’ambiente e la salute. Le attività proposte ai bambini sono caratterizzate da grande impatto emozionale e tendono a generare una particolare empatia con la natura. Vengono svolte con successo da anni con migliaia di studenti in tutta Italia. Da oggi sarà possibile “vivere la natura” anche per quei bambini costretti a trascorrere parte della loro vita in strutture ospedaliere. Durante la visita saranno donati piccoli oggetti in legno realizzati dalle brave maestranze dei Reparti Carabinieri Biodiversità, unitamente a piccoli giochi didattici donati dal personale del Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Reggio Calabria.