fbpx

Allerta Meteo, incursione artica in arrivo in Calabria e Sicilia, atteso un brusco crollo termico di 8-10°C e nevicate fino in collina

Allerta Meteo, irruzione artica in arrivo nelle prossime ore al Centro-Sud; è atteso un brusco crollo termico fino a 8-10°C in meno, con nevicate fino a bassa quota

freddoAllerta Meteo- Dopo molte indecisioni, la prognosi è stata sciolta. I principali ed importanti modelli matematici risultano ormai concordi nel mostrare l’arrivo sull’Italia l’intenso treno di correnti artiche a partire da questo fine settimana, nonostante la colata artica ci interesserà marginalmente a causa di vari est-shift negli ultimi aggiornamenti. Una vasta area depressionaria continuerà a stazionare sul nord Europa, dove giungeranno una serie di perturbazioni di stampo artica che manterranno il tempo spiccatamente instabile sull’Italia per molti giorni. In queste ore una prima saccatura fredda penetrerà nel Mediterraneo determinando un deciso guasto del tempo specie al Nord Est e lungo i versanti tirrenici centro-meridionali. Sono attese piogge anche abbondanti specie in Toscana, locali temporali, venti in rinforzo ed un progressivo calo delle temperature che risulterà marcato nel weekend. La neve in queste ore cadrà inizialmente solo in montagna oltre i 1000-1200 metri di quota. Residue nevicate potranno affacciarsi anche sui crinali alpini a bassa quota. Tra Sabato 9 e Domenica 10 affluirà aria decisamente più fredda che farà sentire principalmente i suoi effetti sul Nord-Est, sulle regioni adriatiche e al Sud Italia: la quota neve inizierà a scenderà sul Triveneto già da questa sera, tanto da raggiungere anche i 300-400 metri di quota, ma già da Sabato mattina il tempo andrà a migliorare. Nella giornata di Sabato l’irruzione artica si porterà così sulle regioni adriatiche con la neve che potrà scendere a tratti anche sin verso i 200-400 metri di quota, specie tra Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Gargano. Attenzione perchè appena l’aria fredda impatterà sulle acque marine ancora calde, non è esclusa la formazione di locali temporali specie sulle regioni adriatiche ove il freddo potrà riversarsi al suolo (previste temperature fino a -4/-6°C a 1500 metri di quota, e fino a –32/-35°C a 5000 metri), pertanto potrà verificarsi la caduta di gragnola o addirittura qualche nevicata “coreografica” sin sulle coste. La quota neve sarà leggermente più alta sul versante tirrenico meridionale, ove i fenomeni risulteranno nevosi, ma disorganizzati a partire dai 400-500 metri tra basso Lazio interno, Campania e Basilicata (in caso di residui fenomeni, non è escluso che i fiocchi possano affacciarsi anche sulla bassa collina tra pomeriggio/sera), nevicate attese oltre gli 800-1000 metri invece tra Calabria e Sicilia settentrionale. Andrà molto meglio invece al Nord Ovest e Sardegna ove splenderà il sole, nonostante il clima risulterà molto gelido, specie di sera e al primo mattino, infatti potranno verificarsi anche delle forti brinate. Domenica sera l’irruzione artica abbandonerà l’Italia, favorendo un deciso rialzo termico, per effetto di correnti più temperate in attivazione dai quadranti meridionali, il Nord Italia invece tra Domenica sera/notte e Lunedì farà i conti con un nuovo impulso artico che potrebbe ”regalare” la classica nevicata temporanea da cuscinetto freddo fino in pianura o bassa collina, prima che il tutto possa trasformarsi in pioggia. Ipotesi che richiede ulteriori conferme e che valuteremo nei prossimi editoriali. Intanto ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: