Santo Stefano in Aspromonte: i Volontari Vagabondi a scuola per la prevenzione oculistica

A Santo Stefano in Aspromonte i Volontari Vagabondi a scuola per la prevenzione oculistica

volontari vagabondiDavanti la scuola il camper  è posteggiato,con i baner appesi ed il roll up che pubblicizza il progetto VOLONTARI VAGABONDI. E’ un camper medico attrezzato con apparecchiature oculistiche fornito dall’ANPVI regionale Calabria, grazie alla collaborazione con il suo presidente dott. Riccelli.Il dott. Giovannella,medico oculistico volontario apre la porta del camper ed iniziano le visite.Il foglio del calendario segna la data 29 settembre 2017, Santo Stefano in Aspromonte è un luogo in cui si respira aria d’altri tempi,a 25 km dal mare con la sua frazione Gambarie a 8 km che è la vetta sullo Stretto di Messina a 1350 metri sul livello del mare.Alunni del plesso della scuola materna ed elementare ,come piccoli indiani ,sono diretti dalle maestre e accompagnati singolarmente per essere visitati per lo screening oculistico gratuito. Il cortile della scuola si riempie con la gente del luogo che si prenota per la visita medica,arriva anche il sindaco Dott.Francesco Malara,che con grande cortesia e professionalità ha organizzato la location,grazie anche al contributo della professoressa Priolo del plesso locale e grazie alla disponibilità della dirigente scolastica della scuola di Gallico Antonina Marra .Scorre il tempo con le visite cadenzate ,anche i docenti salgono sul camper per essere visitati e si percepisce la soddisfazione per una iniziativa che nasce dal basso, grazie al progetto sostenuto da Fondazione Con il Sud denominato VOLONTARI VAGABONDI,che ha messo in rete 14 comuni in una azione di cittadinanza attiva per fare emergere i bisogni .Un sistema di volontari itineranti che effettuano visite domiciliari a disagiati e disabili,progetto realizzato dall’associazione capofila AVONID ,insieme ai partner  ANPVI, Coop.Nautilius di Cardeto,Pro Loco Roghudi e Associazione Sociologi Italiani.