A Milazzo il conferimento del premio internazionale “In Caritate Servire”

Si è appena concluso presso il Teatro Trifiletti della citta di Milazzo il conferimento del premio internazionale “In Caritate Servire” – edizione 2017 assegnato da parte dell’Associazione di Volontariato Missionario Onlus “E Ti Porto in Africa”

Foto ConsegnaSi è appena concluso presso il Teatro Trifiletti della citta di Milazzo il conferimento del premio internazionale “In Caritate Servire” – edizione 2017 assegnato da parte dell’Associazione di Volontariato Missionario Onlus “E Ti Porto in Africa” guidata dal Presidente Cav. Prov. Vincenzo Mallamaci e dalla segretaria missionaria volontaria dottoressa Filomena Bianco. L’associazione da circa 30 anni  opera nei Paesi del Centro Africa ed in particolar modo in Costa d’Avorio dove sono state realizzate importanti strutture, adottati bambini orfani ed inviato containers con materiale di prima necessità ed apparecchiature elettromedicali, portando aiuto a queste popolazioni colpite dalla povertà e dalla malattia. Grazie al personale impegno del Presidente e di tutti i volontari dell’Associazione, oggi molti bambini sopravvivono alle malattie, riescono a nutrirsi, curarsi, vaccinarsi e persino studiare.  Molti di quest’ultimi abitando presso l’Oasi San Francesco, attualmente in fase di completamento comprendente di un Orfanotrofio, la Chiesa, la Scuola Primaria, i Laboratori per cooperative di lavoro, i campi di calcio, di tennis, di basket e tanto altro ancora. La serata è stata presentata dal bravissimo presentatore Francesco Anania accompagnato e collaborato la bellissima Lidia Patanè vincitrice dell’edizione “ragazza dell’anno 2017”. Il premio “In Caritate Servire”  è  stato tanto voluto nella sede siciliana dal Presidente per dare un importante testimonianza ed il giusto riconoscimento a quanti si sono contraddistinti particolarmente  nel settore della  Carità  Fraterna  aiutando con ogni mezzo e possibilità i fratelli più bisognosi,  tra i destinatari si ricordano i seguenti:

–      S.E.R. Mons. Michele Pennisi – arcivescovo di Monreale e priore dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio per la Sicilia;  assente per motivi religiosi e ha ritirato il premio Mons. Antonio CIPRIANI  Cavaliere di Grazia Ecclesiastica e vice priore per la Sicilia dell’Ordine Costantiniano;

–      Nobile Dott. Antonio di Janni – Cav. Gr. Croce di Grazie e Delegato Vicario per la Sicilia dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio che ha ritirato anche i premi per S.A.R. la Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilia  e per  S.E.R. Mons. Antonio Raspanti – arcivescovo di Acireale.

–      Avv. Giovanni Formica sindaco di Milazzo;

–      Mimmo Italiano  presidente associazione  “sostegno”;

–      Fratel Biagio Conte fondatore dell’associazione  “Missione e Carità” di Palermo,  assente alla consegna in quanto da poco rientrato da una lunghissima missione che lo ha provato fisicamente attraversando tutta l’Italia a piedi – ha ritirato il premio persona da lui incaricata – Dottor  Francesco Russo medico volontario dell’associazione;

–      Dott.ssa Antonietta D’Albenzio – fondatrice e presidente organizzazione di volontariato “l’angelo degli ultimi” che ci raggiunge da Maddaloni provincia di Caserta;

–      Dott.ssa Flora Sasso – presidente associazione “la tua voce –clownterapia” che ci raggiunge da Napoli;

–      Cav. Dott. Giuseppe Matranga delegato per i rapporti dell’Associazione Caritas Trinacria Onlus;

Nel corso della serata sono stati consegnati altri importanti premio tra i destinatari si ricorda la dott.ssa Eliana Saraò presidentessa della neo costituita Associazione Caritas Trinacria Onlus, che tra l’altro ha organizzato l’evento, accompagnata dalla vice presidente Prestigiacomo Daniela e dalla socia fondatrice Alessandra Cosentino;  Suor Beata, Diego Mallamaci, Roberto Schiavano, Stefano Masullo, Luca Ricciardi, Antonino Smiroldo presidente vicario Sicilia “E Ti Porto in Africa”. Commovente il brevissimo video proiettato per circa 10 minuti portato tutti i presenti in sala in terra “africana”. La serata si è conclusa con l’esibizione teatrale dei “bambi” dell’Associazione Sostegno che ha lasciato tutti a bocca aperta riscuotendo profonda ammirazione e plauso in platea.