A Matteo Tubertini l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Durante le celebrazioni per la Festa della Repubblica Matteo Tubertini ha ricevuto l’onoreficenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Matteo TubertiniMatteo Tubertini, consigliere delegato della Guglielmo SpA, è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel corso delle celebrazioni per la Festa della Repubblica svoltesi ieri nella cornice della caserma militare “Pepe-Bettoia” di Catanzaro.

Quello conferito a Tubertini dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è un riconoscimento importante che premia il lavoro e l’impegno quotidianamente profuso nella promozione del made in Italy nel mondo e il suo ruolo di manager dell’azienda Guglielmo che, da oltre 70 anni, è tra le più significative realtà imprenditoriali del Sud d’Italia.

«Sono onorato di aver ricevuto dal Presidente della Repubblica questo riconoscimento – ha dichiarato Tubertini a margine della cerimonia – e lo sono ancor più per la mia giovane età e per le motivazioni che hanno spinto la Presidenza della Repubblica a conferirmi l’onorificenza. Sono fiero di aver contribuito a far conoscere il marchio Guglielmo oltreconfine e di aver promosso il made in Italy nel mondo attraverso il brand ‘Qualità Italiana’ che ho creato diversi anni fa. Sono davvero emozionato ed entusiasta – ha aggiunto Tubertini – e dedico questo riconoscimento a mio nonno Guglielmo Papaleo e a mia mamma Luciana».

Sul riconoscimento a Tubertini ha speso parole di elogio anche Daniele Rossi, presidente di Confindustria Catanzaro e, anche lui, manager di Guglielmo SpA con Tubertini e Roberto Volpi: «L’onorificenza ricevuta da Matteo – ha spiegato Rossi – è motivo di orgoglio per la nostra azienda. E non solo, perché è tutto il mondo industriale catanzarese ad accogliere con soddisfazione questo riconoscimento, simbolo di una classe imprenditoriale che, nonostante la crisi economica che ha investito il nostro Paese, ha saputo reagire e produrre risultati positivi per la Calabria e per l’intero mercato italiano».