Reggio Calabria, convocata una seduta di consiglio comunale aperto sull’interdittiva antimafia

Reggio Calabria, Delfino ha convocato la seduta del Civico Consesso, in sessione straordinaria aperta, nella Sala adunanze di Palazzo San Giorgio, per il 30 agosto con inizio dei lavori fissato per le ore 10,00

consiglio comunale3Il Presidente del Consiglio Comunale, Demetrio Delfino ha convocato la seduta del Civico Consesso, in sessione straordinaria aperta, nella Sala adunanze di Palazzo San Giorgio, per il giorno 30.08.2016 con inizio dei lavori fissato per le ore 10,00.

Due i punti posti all’Odg:

1)    Interdittiva antimafia: dibattito e determinazioni del Consiglio;

2)    Riconoscimento debiti fuori bilancio – Trasporto salme ditta onoranze funebri Crea Saverio.

Nel caso in cui la seduta dovesse andare deserta per mancanza del numero legale, il Consiglio Comunale si riunirà, in seduta di seconda convocazione, il 31.08.2016 alle ore 10,00.

Al fine di dare ordine alla discussione e consentire ai rappresentanti delle Organizzazioni sindacali, delle associazioni culturali e sportive, ai lavoratori coinvolti dall’interdittiva antimafia e di singoli cittadini di partecipare al dibattito sul primo punto posto all’Odg, è necessario indirizzare all’Ufficio di Presidenza la necessaria richiesta che dovrà pervenire, al seguente indirizzo di posta elettronica: presidente.consiglio@reggiocal.it  entro e non oltre la giornata di domenica 28 del c.m.

Sul primo punto all’ordine del giorno, l’interdittiva antimafia, Delfino afferma: “come ricordiamo tutti negli ultimi mesi Nuova orchidea, Sirenuse, il bar dell’Ospedale sono stati chiusi e tanti lavoratori sono rimasti a spasso andando a protestare a Piazza Italia, seppur l’amministrazione non è competente sul caso. Sta di fatto che il sindaco ha ascoltato le persone e le loro esigenze: da qui la convocazione di un consiglio comunale aperto in cui ci saranno sicuramente i contributi dei cittadini, lavoratori, sindacati. Dopo gli interventi il consiglio voterà un’ordine del giorno che sarà inviato al governo in cui si incentrerà sicuramente sulla tutela dei lavoratori“, conclude