Reggio Calabria, Bombino: “il Parco parte civile contro la ‘ndrangheta dell’Aspromonte”

A “One to one”, la nuova rubrica in onda su Immedia Live, il Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte si schiera a muso duro contro la criminalità durante l’intervista del giornalista Giuseppe Meduri

Bombino_Meduri“Le intimidazioni lasciano il segno ma occorre testimoniare ogni giorno la nostra posizione dalla parte dello Stato. A tal proposito ci stiamo costituendo parte civile contro le più importanti famiglie di ‘ndrangheta dell’Aspromonte in virtù degli enormi danni d’immagine”. Lo ha detto il Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte Giuseppe Bombino nel corso di “One to one”, la nuova rubrica televisiva trasmessa dal media center immedialive.it in diretta streaming e disponibile anche on demand. “Sarà la prima volta nella storia d’Italia – ha aggiunto Bombino – perché riteniamo necessario accorciare la distanza tra lo Stato ed il territorio. Reggio è l’unica città metropolitana che può disporre di un Parco Nazionale, ciò significa che armonizzare le diversità potrà essere una grande risorsa per tutta l’area”. Nel corso dell’intervista Bombino ha anche esplicitato gli innumerevoli progetti che il Parco sta portando avanti sul territorio in questi ultimi mesi, tra questi “L’Eco Pastore” rivolto alla comunità pastorale d’Aspromonte, ma anche gli accordi di programma per riqualificare i borghi antichi di Africo e Samo. Gli estratti dell’incontro suddivisi per tematiche e l’intervista integrale sono disponibili on demand sul canale di Immedia Live all’indirizzo http://www.ustream.tv/channel/RFgjhYFfJG6