Reggio: sequestrati 3000 capi contraffatti, denunciati 6 responsabili

Individuati diversi soggetti dediti al traffico di capi contraffatti, individuati i flussi di approvvigionamento dei mercati rionali

FISCO:  ABANO DOPO CORTINA, GDF SETACCIA HOTEL TERMALINel quadro dei controlli finalizzati al contrasto alla contraffazione, i baschi verdi del gruppo di Reggio Calabria hanno individuato, a seguito di specifiche attività di controllo, diversi soggetti dediti al traffico di capi di abbigliamento ed accessori riportanti noti marchi, nazionali ed esteri, contraffatti. Tale attività ha consentito di individuare i flussi di approvvigionamento dei mercati rionali attraverso una mirata attività, addivenendo cosi’ al sequestro di circa 3000 capi contraffatti, 3 veicoli nonché la segnalazione alla locale autorità giudiziaria di 6 soggetti.

E’ un chiaro segnale lanciato dai militari delle fiamme gialle reggine che senza soluzione di continuità sono presenti sul territorio a contrasto del sempre più crescente e preoccupante fenomeno della contraffazione dei marchi.
Tale fenomeno procura un danno inquantificabile alle aziende italiane che investono diversi milioni di euro per la tutela dei propri marchi industriali, tale danno infatti si riversa anche sull’occupazione, essendo tali aziende colpite in maniera pesante e a volte costrette a rivedere i loro piani aziendali occupazionali.
Tale operazione delle fiamme gialle si inquadra nell’ambito della lotta alla contraffazione disposta e coordinata dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria.