La Regione Calabria alla Fiera internazionale del libro per bambini e ragazzi di Bologna

fiera del libro di bologna 1Inaugurato lo stand della Regione Calabria con il ricco programma di eventi per l’atteso  Bologna Children’s Book Fair, la più grande manifestazione a livello mondiale per l’editoria rivolta ai bambini e ai ragazzi. Ha dato il via alle iniziative programmate- è scritto in una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta-  Salvatore Bullotta, responsabile della Vicepresidenza, che ha portato i saluti del Presidente Mario Oliverio, ha ringraziato il personale del Dipartimento Cultura per l’organizzazione e ha messo in evidenza l’impegno della Regione per i temi del libro e della lettura, in particolare nella progettazione rivolta all’editoria, alle biblioteche e alle scuole. Presente il dirigente del Settore Cultura, Armando Pagliaro, che ha sottolineato l’importanza della lettura per la crescita di consapevolezza e di cittadinanza delle giovani generazioni, in particolare in una regione come la Calabria. Sono intervenuti l’editore Ilario Giuliani della Coccole Books che ha tenuto a rimarcare l’importanza di fare rete per evidenziare l’impegno degli operatori del settore e la qualità delle loro iniziative, l’autore Francesco Fusca e l’editore Pasquale Biafora di Teomedia. La discussione inaugurale si è incentrata sulle esigenze del settore, gli sforzi operati dall’amministrazione regionale, l’analisi di alcune fortunate esperienze calabresi tra cui il Progetto Gutenberg che da Catanzaro si è allargato in tutte le province calabresi quale buona pratica di condivisione della produzione editoriale, o l’esperienza di “E se il libro fosse un caleidoscopio” di Mendicino che fa incontrare autori e illustratori provenienti da tutto il territorio nazionale. “È necessario – ha dichiarato Bullotta – creare un momento di confronto e condivisione in Calabria, per essere consapevoli di cosa accade in questo settore trainante nel mercato del libro, cosa fanno gli autori e gli illustratori, come intervengono gli editori, facendo sistema delle esperienze che già esistono e che necessitano di maggiore visibilità a livello nazionale e internazionale, perché la mole di possibilità dell’editoria per ragazzi possa coniugare tradizione e innovazione, dal libro di carta alle tecnologie più avanzate, nel segno della creatività”. La prima presentazione è stata dedicata al libro di Grazia Fasanella, “Alastò. Storia di un cardellino” della Falco editore, condotta dalla Dirigente Scolastica Assunta Morrone. Lo stand della Regione ospiterà dal 4 al 7 aprile presentazioni di libri, performance artistiche e reading,  progetti e momenti di scambio tra gli editori calabresi e gli acquirenti internazionali. In diversi casi, infatti, testi scritti ed esiti in Calabria vengono venduti anche all’estero. Quello di Bologna è il momento chiave per mettere in contatto la produzione editoriale della Calabria con le case editrici e i circuiti della distribuzione internazionale. Già nella prima giornata si sono stipulate proficue collaborazioni con editori europei e americani. Ad animare lo spazio calabrese la Biblioteca dei ragazzi di Reggio Calabria, la Biblioteca Errante, Coccole Books, Edizione Expressiva, Falco Editore, Falzea Editore, il Diario di Ernest Egg, La Guarimba, Museum Children eBook, Parco nazionale della Sila, Teomedia, Terra di Mezzo.