Maxi sequestro in Calabria di fuochi d’artificio, due denunciati [FOTO]

Sequestrati dalle Fiamme Gialle a Crotone una tonnellata di fuochi d’artificio illegalmente detenuti. Denunciati due responsabili

Spari (3)I Finanzieri del Comando Provinciale di Crotone nell’ambito dell’intensificazione delle attività di prevenzione e controllo economico del territorio volte, in particolar modo, a contrastare l’illecita detenzione e vendita di giochi pirici pericolosi, specialmente nei giorni che precedono la fine dell’anno hanno rinvenuto, nel corso di due distinte operazioni, complessivamente 22.250 artifizi pirotecnici di varia tipologia e di peso superiore a una tonnellata. La legge prevede che i prodotti pirotecnici classificati dal testo unico delle leggi di pubblica sicurezza vengano venduti solamente da esercenti regolarmente autorizzati, in luoghi in possesso di rigorosi requisiti di idoneità e a persone maggiorenni. L’intervento dei Finanzieri ha permesso, invece, di rinvenire, presso un’abitazione privata “razzi aerei”, “cipolle”, batterie ed altro materiale esplodente altamente pericoloso, pronti per la vendita, detenuti in assenza delle prescritte autorizzazioni. Analogo materiale esplodente, illecitamente detenuto, è stato rinvenuto in un magazzino individuato a seguito del controllo di un furgone che trasportava parte degli artifizi poi sottoposti a sequestro. I possessori sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per illecita detenzione di materiale esplodente. Prosegue l‘attività incessante delle Fiamme Gialle Crotonesi a tutela dei contribuenti onesti e rispettosi della legalità e a tutela dell’incolumità dei cittadini.