Messina, furto di gasolio all’Atm: condanne più lievi in appello

Riconosciuta l’associazione a delinquere per i protagonisti della vicenda

gasolio8Nell’ambito dell’inchiesta sui furti di gasolio all’Azienda Trasporti cittadina, in giudizio la sezione penale della Corte d’Appello ha inflitto tre anni e otto mesi di reclusione a Giovanni Batessa, tre anni e tre mesi a Placido Fumia, due anni e quattro mesi a Giuseppa Urbino e Cristian Batessa. Soltanto quattro mesi e venti giorni, invece, per Vennero Rizzo. Le pene più lievi non hanno intaccato il quadro inquisitorio, laddove è stata riconosciuta l’esistenza di un’associazione a delinquere costituita per il furto del carburante e per la sua ricettazione.