Messina, accusato di stupro ai danni di una 13enne: assolto in Appello

L’uomo, in primo grado, era stato condannato a 5 anni di reclusione

giustiziaIl fatto non sussiste. E’ questa la formula scelta dalla Corte d’Appello per assolvere Aristide Calamunci Chianisi, il 35enne di Castell’Umberto accusato di aver violentato una ragazzina di 13 anni sul pullman che conduceva. I fatti risalgono al 2012, allorquando l’uomo venne tratto in arresto dai Carabinieri per essere colpito, in primo grado, da una sentenza che gli infliggeva cinque anni di reclusione. Adesso è arrivato il giudizio che ribalta quanto stabilito precedentemente, riconoscendo l’innocenza dell’uomo professata dal momento del fermo.