Reggio, inizia la nuova stagione del Csi tra conferme e novità

Il Comitato Provinciale reggino si presenta: tra conferme e novità ecco un nuovo anno di Sport

Nuovo-Basket-Soccorso«Con lo stesso Entusiasmo di sempre». Così i dirigenti del Comitato Provinciale del CSI di Reggio Calabria hanno concluso i lavori assembleare dell’approvazione del Comunicato n.1 che presenta la nuova stagione del Centro Sportivo Italiano in riva allo Stretto. Un lavoro di squadra che al centro, ancora una volta, rimette al centro proprio gli atleti, le loro famiglie e la straordinaria voglia di Sport che ha la Città di Reggio Calabria. Con la programmazione 2015–2016 si apre una nuova e importantissima stagione per Comitato reggino: una stagione che chiuderà un ciclo aperto quattro anni fa. «Sono passati, infatti, quattro anni dalla mia rielezione a presidente del Comitato di Reggio. - spiega Paolo Cicciù – Quattro anni vissuti appassionatamente e con l’intenzionalità di tracciare, insieme ai miei compagni di strada, un percorso sportivo ed educativo chiaro e deciso. Un percorso spesso difficile e complicato in un territorio dove, purtroppo, lo sport viene a volte “banalizzato” e “deriso” da una classe dirigente spesso mediocre e superficiale». Una proposta, unica nel suo genere, che trova anche il conforto nei numeri: in piena linea con quanto espresso il CONI, attraverso il suo Presidente Nazionale Malagò, possiamo affermare che lo Sport del CSI è un esempio per tanti altri enti di promozione sportiva; non si coltivano, infatti, orticelli che diventano “oasi” economiche, ma si amplia di anno in anno l’offerta di discipline e categorie. Trentadue Campionati, quattro Gran Premi e sei discipline proposte. L’attività sportiva, sempre al centro del nostro progetto, presenta per la prossima stagione tante conferme e molte novità. Ritorna il Calcio a 11 Over 45 con la formula residenziale, dopo tanti anni di sperimentazione sarà proposto per la prima volta il Campionato di calcio a 7 “Interforze”. Per gli amanti del calcio a 5, oltre allo storico campionato nazionale, ci sarà la novità assoluta per il nostro territorio: la Super Liga 5, il campionato aperto a tutti gli atleti senza limitazioni per i tesserati Figc. Per difendere i successi nazionali, ritornano il Calcio a 5 Femminile, il Calcio a 7, la Pallacanestro e la Pallavolo. Molte novità anche nell’attività del settore giovanile. Attesa per i campionati Nazionali Under 14, Under 12 e Under 10 di calcio, pallavolo e pallacanestro. Novità della stagione sarà la nuova formula del XVIII Campionato Calcio a 7 Piccoli Amici “Memorial Mimmo Mannino”.

Infatti, il campionato, partirà ad Ottobre e tutte le gare saranno direfinaliregionali_volontari-csitte dagli arbitri del Comitato Provinciale. Il progetto “Sport & Go”, la “Gazzetta Cup”, il “Trofeo Mc Donald’s”ed il “VI Meeting Polisportivo Piccoli Angeli” completano l’attività per i più piccoli. Nuovo itinerario per l’ottava edizione del Campionato “Oratorio Cup”. Le discipline di Calcio a 5, Pallavolo e Tennistavolo saranno accompagnati da percorsi formativi per animatori e dirigenti. Spazio anche alle associazioni di volontariato con la seconda edizione del Campionato di Calcio a 5 “Volontari in Campo 2.0”. La campionessa Olimpica Fabrizia D’Ottavio, come lo scorso anno, sarà la protagonista dello Stage e del Gran Premio Provinciale di Ginnastica Ritmica. Il Nuoto e la Danza completano la ricchissima proposta sportiva Csi per questa stagione. A grandissima richiesta ritorna lo spazio radiofonico del Mercoledì con interviste, commenti e approfondimento all’interno della trasmissione Break in Sport sulle frequenze di Antenna Febea ed il settimanale sportivo del Comitato “Csi Week”. E poi c’è la formazione. «La vera differenza sta proprio in questo – chiosa Paolo Cicciù – allenatori, dirigenti, genitori, istruttori, animatori saranno i protagonisti dell’itinerario formativo CSI. Vogliamo lanciare una sfida importante: Educare con lo sport partendo dalla formazione e dalla condivisone di una vision “rivoluzionaria”. In un contesto, purtroppo, schiacciato e condizionato da un visione mediocre e autoreferenziale dello sport, vogliamo provare a tacciare un percorso lungimirante e “fuori dal coro”. Con la speranza che le strade tracciate possano diventare un percorso, auguro a tutti voi un buon anno sportivo».