Reggio, Raffa: “per l’Aeroporto dello Stretto si apre una fase nuova”. Il punto su Ryanair

Il Presidente della Provincia Raffa e l’Assessore Biasi sono volati a Dublino per incontrare i vertici della compagnia low cost “Ryanair” anche alla luce della rimodulazione delle limitazioni aeronautiche legate al funzionamento dell’Aeroporto dello Stretto

sogas conferenza stampaS’intravedono spiragli di luce per l’Aeroporto “Tito Minniti” di Reggio Calabria, che -dopo 3 anni di duro lavoro della SOGAS in sinergia con l’ENAC- ha finalmente ottenuto “la rimodulazione delle limitazioni aeronautiche legate al funzionamento dell’aeroporto dello Stretto”.

Limitazioni “anacronistiche – come le ha definite il Presidente della Provincia Giuseppe Raffa durante la conferenza stampa, tenutasi questa mattina a Palazzo Foti- che erano state modulate nel 2001 e che, di fatto, avevano impedito al nostro aeroporto di ottenere finanziamenti o di far atterrare aerei di compagnie low cost“.

Il problema della “pista corta” ed incastonata tra il mare e le montagne costringeva, infatti, gli operatori, che intendessero utilizzare lo scalo reggino, a qualificare i propri piloti con un training impegnativo ed oneroso -comprendente almeno 500 ore di volo, sessione informativa a terra ed un effettivo avvicinamento e atterraggio notturno come pilota ai comandi di volo sotto la supervisione di un T.R.E/C.R.E.- i cui costi potevano, di fatto, essere sostenuti solo da una compagnia come Alitalia. Da oggi, invece, la “familiarizzazione” dei piloti con la pista reggina avverrà tramite una procedura più economica e veloce, che “però non metterà a rischio la sicurezza dei passeggeri a vantaggio del risparmio“- ha sottolineato il Comandante Nino Pugliatti, che ha presentato gli aspetti tecnici delle nuove linee guida. aeroporto dello stretto

Con le nuove limitazioni e gli interventi sull’Aeroporto, quindi, le compagnie aeree low cost non dovrebbero avere più alibi per non volare su Reggio e a tal proposito l’Assessore Roy Biasi ha fatto riferimento ad un incontro avuto con i vertici Ryanair solo qualche giorno fa a Dublino insieme al Presidente Raffa. “Il nostro aeroporto è per Ryanair una piazza interessante, un’opportunità e una volta messi nelle condizioni di volare a prezzi contenuti potrebbero non esserci più ostacoli per un partneriato con la compagnia irlandese” – ha proseguito Biasi.

Abbiamo lavorato 3 anni per ottenere questa rimodulazione, che ci è stata rilasciata da ENAC dopo un confronto con la ICAO, ma alla fine abbiamo conquistato l’obiettivo“- ha aggiunto Carlo Porcino, Presidente della Sogas, che ha precisato, però, che siffatte limitazioni non entreranno in vigore prima di 60 giorni.

Intanto, però, un cauto ottimismo è stato espresso dai presenti circa il rilancio di quello che dovrebbe essere l’Aeroporto della futura città metropolitana di Reggio Calabria.