Calcio a 5 donne: tre reggine nella nazionale italiana [FOTO]

Tre atlete reggine convocate in nazionle di calcio a 5 femminile per l’esordio di giovedì contro l’Ungheria

11026106_1146478708712166_3405281882785506366_oIl 25 giugno si disputerà a Roma la prima partita della nazionale italiana femminile di calcio a 5: un’amichevole contro l’Ungheria. Si giocherà allo Stadio Nicola Petrangeli e vedrà l’esordio assoluto della nazionale femminile di calcio a 5. L’occasione ideale per capire come si è formato il gruppo, cosa bisogna ancora “sistemare” e quali sono i punti di forza della squadra. Tra le candidate anche tre calciatrici reggine: Marcella Violi, Valentina Siclari e Pamela Presto, che due anni fa si sono trasferite dalla Pro Reggina alla Lazio, con la quale nel 2014 hanno conquistato lo scudetto.

10337701_1145843595442344_467505406399426201_nSono molto contenta, è una grande soddisfazione e penso che sia il risultato di tutto quello che abbiamo dato in questi anni, dei sacrifici che abbiamo fatto da quando molti anni fa siamo partite con la Pro Reggina. Grazie anche alla Lazio siamo arrivate a disputare campionati di alto livello, abbiamo avuto questa opportunità ed è un onore indossare la maglia azzurra”  ha dichiarato Valentina Siclari . Anche Pamela Presto è felicissima per questo traguardo raggiunto, la convocazione in nazionale azzurra: “Per me è un onore esserci, dopo tanti anni di sacrifici solo che ci sia una nazionale è una gioia immensa perché era tanto che l’aspettavamo. Sarei stata contenta a prescindere, perché stiamo finalmente crescendo e tutto il lavoro portato avanti dalle società è stato premiato. E io faccio parte di questa crescita che c’è stata: dopo tanti anni abbiamo ottenuto la Serie A nazionale, ora l’Italia femminile che racchiude tutto il lavoro fatto in questi anni. Essere qui è un orgoglio enorme”.  Non manca un pensiero alla loro terra d’origine: “La Calabria c’è sempre stata e ci ha seguito anche con la Lazio, quando ha saputo che tutte e tre eravamo state convocate c’è stata grande gioia nella nostra terra. La famiglia verrà sicuramente, ma anche parenti e amici. Ci seguiranno”.