Messina, se l’inciviltà prende quota: passaggi ostruiti per i disabili. Vita impossibile per chi si muove in carrozzina

meter miles disabili piazza del popolo messinaLa qualità della vita in una città si misura dai servizi concessi ai disabili. Se questo assunto è vero, i messinesi hanno di che lamentarsi. Sì, perché fra automobili parcheggiate in mezzo alla strada e passaggi ostruiti, la città paga un tributo enorme alla noncuranza di alcuni facinorosi. E se la maleducazione è un vizio difficile da strappare, sorprende la remissività delle autorità preposte ai controlli. La denuncia arriva da Meter e Miles, all’indomani della festa della donna. Come sottolinea Saro Visicaro, quanti hanno voluto partecipare all’evento “Con le donne per le donne” si sono imbattuti in un “girone dantesco“.

Oggi, come quasi ogni giorno, Piazza del Popolo era un inferno. Un  concentrato di  disordine, di baraonda, di scompiglio” afferma Visicaro. C’era di tutto, dagli ambulanti senza licenza ai vespasiani all’area aperta. “Mancava però qualcosa – prosegue Visicaro – mancava un vigile urbano anche a mezzo servizio. Una piazza che è ormai  il simbolo della illegalità e della volgarità. Non c’è bisogno di aggiungere che per le persone disabili il calvario è stato impressionante. Trovare un posto per diversamente abili neppure a parlarne. Un passaggio per le carrozzelle neppure in sogno. Ci domandiamo è questa la Città  accessibile, la Città a mobilità garantita? Questa Città ha un assessore che si occupa di questi argomenti minimi? Un qualcuno insomma che tuteli i cittadini di ogni genere e tipo?  Alla fine, anche in questo inferno le donne erano con le donne”.