Cosenza: truffarono forze dell’ordine, beni sequestrati

carabinieriIl giudice del tribunale di Cosenza, Lucia Angela Marletta, ha disposto il sequestro conservativo dei beni di proprieta’ di Cataldo Greco, 66 anni di Terravecchia; Pietro Graziano, 54 anni di Cosenza; Giuseppe Graziano, 52 anni di Cosenza. La decisione e’ stata comunicata durante un’udienza del processo nei confronti dei tre imprenditori che – secondo l’accusa – avrebbero chiesto cospicui anticipi in denaro a esponenti delle forze dell’ordine (poliziotti, carabinieri, finanzieri e agenti della polizia municipale) per l’acquisto di alcuni appartamenti. Una quarantina di persone sono rimaste senza casa. Da qui la querela presentata due anni fa in Procura contro i legali rappresentanti di due societa’ di costruzioni (“La Cosentina Costruzioni srl” e la “Rex srl”. Tra i beni sequestrati anche un terreno, sito a via Popilia, le quote dell’intero capitale sociale della societa’ “Rex srl” che, anche se formalmente intestati a terzi sarebbero di fatto nella disponibilita’ di Cataldo Greco. Il terreno risulta di proprieta’ della societa’ Rex. “Le quote sociali – e’ scritto nel provvedimento del tribunale – della “Rex” venivano acquistate il 29-7-2004 dalla “Capal srl”, il cui legale rappresentante e’ Cataldo Greco con i suoi due figli”. Il presidente della Camera di commercio di Cosenza, Klaus Algieri, e’ stato nominato custode di tali beni.