fbpx

Omicidio nel cosentino, all’origine problemi di vicinato: fermato l’assassino

1323058-PistolaFermato per omicidio e porto abusivo di armi Leo Franco Chimenti, 51 anni, l’uomo di Serra Pedace (CS) che ieri pomeriggio avrebbe ucciso un 66enne di Pedace, Francesco Palazzo. Il presunto omicida attualmente si trova ricoverato nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Cosenza avendo riportato, per cause ancora in corso di accertamento, delle ferite gravi alla testa probabilmente dovute a un corpo contundente. Si trova ricoverato nello stesso ospedale, anche il genero della vittima, colpito ad una gamba, le sue condizioni non sono gravi. Probabilmente il delitto sarebbe stato originato da una lite riconducibile all’uso dei pascoli. Le mandrie di Chimenti, secondo quanto si e’ appreso, sconfinavano nei terreni di Palazzo, distruggendo la verdura che l’uomo coltivava. Ieri pomeriggio Palazzo, insieme con un figlio e al genero, ha raggiunto Chimenti, in contrada Pratopiano di Pedace, per un chiarimento. Ne e’ nato un litigio, nel corso del quale Chimenti avrebbe estratto una pistola, una 7,65 con matricola abrasa, recuperata dai carabinieri, e fatto fuoco due volte, uccidendo Palazzo e ferendo il genero. Ai fatti avrebbe assistito anche un anziano della zona. Chimenti, ferito a sua volta, e’ fuggito nascondendosi in un casolare abbandonato ma in serata si e’ consegnato ai carabinieri.