Milazzo (Me): litorale di Ponente, nuovo stop ai lavori per ricorso al TAR

Ponente MIlazoSembrava fatta per la ripresa dei lavori di realizzazione del Lungomare di Ponente a Milazzo, ma c’è stato un nuovo stop. L’aggiudicazione dell’appalto da parte dell’Urega (Ufficio regionale per l’espletamento di gare per l’appalto di lavori pubblici) al Consorzio “Cassiopea” di Milazzo subirà uno slittamento a causa del ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della ditta seconda classificata, la “Sca.Ce.Bit” di Piedimonte Etneo.

 Occorrerà quindi attendere l’esito di questo ricorso per poter procedere alla sottoscrizione del contratto con la ditta che verrà ritenuta aggiudicataria dell’appalto, che lo scorso 10 giugno la commissione Urega presieduta dall’ingegner Giovanni Raffa (componenti Clemente D’Aveni e Francesca Santangelo) aveva individuato nel Consorzio stabile Cassiopea (mandataria) – Advance System Contro srl (mandante) – Trovato Martino Santo (mandante) che ha sede in via Acqueviole a Milazzo e che ha offerto un ribasso sul prezzo a base d’asta del 32,62 per cento. L’aggiudicazione provvisoria è stata per l’importo complessivo di 1 milione 358 mila euro (oltre 575.540,36 per oneri di sicurezza e manodopera non soggetti a ribasso d’asta all’impresa).

C’è quindi il concreto rischio che, nonostante la gara d’appalto sia stata espletata a febbraio – hanno partecipato oltre 250 ditte – e che l’avvio dei lavori dovesse avvenire entro l’anno, per concludersi al massimo il 31 dicembre 2015, subirà un ulteriore slittamento.