Messina scende in campo contro la SLA, partita di beneficenza venerdì 8 Agosto

campo_calcio_s_lorenzoVenerdì 8 agosto alle 21.30 a Messina va in scena nel campo sportivo della parrocchia di S. Maria Superiore di Faro Superiore “Un calcio alla SLA” evento benefico per ricordare Pippo Genovese, cittadino messinese scomparso nel 2008 a causa di questa malattia, e raccogliere fondi per AISLA, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, da 31 anni impegnata nell’assistenza alle persone con SLA e presente a Messina con una sezione locale dal 2009.
A Messina Aisla segue 30 malati di SLA e le loro famiglie aiutandole gratuitamente ad esempio a compilare le pratiche per la richiesta dei contributi regionali e dell’assistenza domiciliare o sostenendole economicamente nei casi più difficili.

L’evento, organizzato da AGFA, Associazione Giovanile Monsignor Francesco Alizio, e dall’Associazione di promozione sociale “Faro per Fare”, culminerà con il triangolare di calcetto disputato da squadre composte da amici e colleghi di Pippo Genovese e da personale sanitario. Prima del calcio d’inizio vi sarà la presentazione dell’evento con interventi relativi alla SLA e all’assistenza dei malati a Messina e provincia

Interverranno Massimo Mauro, presidente nazionale di AISLA (in videoconferenza), Guglielmo Labruto, presidente dell’Arciconfraternita S. Angelo dei Rossi e volontario di AISLA Messina, Giuseppe Vita, direttore del Dipartimento di neuroscienze dell’Università di Messina e membro del consiglio scientifico del Centro Clinico Nemo Sud, Andrea Consolo, responsabile dell’Unità operativa complessa di Cardiologia dell’Ospedale di Patti.

Il ricavato dell’evento sarà devoluto ai malati di Sla di Messina e alle loro famiglie in un incontro nella sede di Aisla Messina in programma a settembre.