fbpx

Isola pedonale a Messina: un pomeriggio di ordinaria “follia”. Si spostano le transenne e in un attimo è invasa dalle auto

isola pedonale messina2Messina non è una città per “divieti”, qui non solo non vengono rispettati, ma li “solleva e li si sposta”. Così è successo sabato pomeriggio con le transenne che chiudono le strade che circondano Piazza Cairoli, diventata isola pedonale ormai da qualche mese. Un gesto grave di inciviltà e di irriverenza verso le istituzioni e la cittadinanza tutta. Qualcuno che si è sentito più furbo degli altri, “scautru” come direbbero a Messina, ed ha pensato bene di invadere l’isola pedonale rimuovendo le transenne e dando sfogo al libero arbitrio, ovviamente seguito da altri che nell’isola pedonale di Piazza Cairoli vi hanno perfino parcheggiato.

I Vigili Urbani hanno multato pesantemente gli automobilisti, ma il gesto di inciviltà rimane e brucia come uno schiaffo sulla guancia.

La chiusura al traffico dell’area che circonda il centro città ha sicuramente creato dei problemi alla viabilità, che, però, sono derivati per lo più dalla fatica di molti ad abituarsi al cambiamento. L’isola pedonale è, e rimane un’ottima idea, qualcosa che nella caotica Messina mancava e che serve per ritagliare uno luogo sereno dove passeggiare lontani dai tubi di scarico e dal rumore assordante dei clacson.

Quella scritta sabato è una pagina da cancellare, un episodio di strafottenza e senso di superiorità che va condannato, perché le regole ci sono e vanno rispettate in ossequio a chi decide, seppur con sacrificio, di non trasgredirle.