Reggio: gli espropiano la casa, cinquantenne si taglia le vene in tribunale

Il-Cedir-di-Reggio-calabriaPanico questa mattina al Ce.dir. quando un uomo sulla cinquantina all’udienza per l’emissione del provvedimento di espropiazione della propria casa, ha deciso, colto dalla disperazione, di tagliarsi le vene tutto sotto gli occhi increduli degli astanti nell’aula del tribunale.
L’uomo sperava di ottenere un rinvio dell’udienza fissata per stamani, rifiutandosi il giudice ha scatenato nell’uomo la drammatica reazione: “posso solo darvi il mio sangue” ha urlato secondo quanto riportato dai testimoni. Il cinquantenne è stato immediatamente soccorso dai sanitari del 118, che hanno tamponato la ferita al polso che per fortuna non gli stata mortale anche se ha determinato un abbondante sanguinamento.
L’aula di tribunale è stata chiaramente evacuata e sottoposta alla custodia delle forze di polizia.
La cronaca è sempre più fitta di casi di questo genere. Quanto accaduto oggi al tribunale di Reggio Calabria deve far riflettere sul sistema di credito bancario che necessita d’essere rivoluzionato per evitare che le ipoteche immobiliari vengano istituite sulla prima casa, ripercuotendosi con effetti nefasti su chi, per motivi contingenti, non riesce più a far fede ai debiti assunti.