Immigrati, il Sindaco di Pozzallo: “è allarme per il turismo, negli ultimi 15 giorni 5/6.000 extracomunitari”

barcone_immigrati5001La stagione estiva sta arrivando e tra i commercianti e gli operatori turistici ci sono delle preoccupazioni sull’impatto che la presenza di tanti migranti potrebbe avere economicamente sul settore“. E’ l’allarme raccolto a Pozzallo, nel Ragusano, dal sindaco Luigi Ammatuna, che motiva il ‘rischio’ con i ‘grandi’ numeri: “Negli ultimi 15 giorni dalla nostra citta’ – dice – sono passati 5-6.000 extracomunitari…”. “Non c’e’ un problema sicurezza – osserva il primo cittadino – e non e’ percepito tra i pozzallessi, che sono persone ospitali e solidali. Basti pensare che ieri nella processione di Pasqua, che prevede l’incontro tra il Signore e la Madonna, la statua di Gesu’ l’hanno portata a spalla dei migranti evidentemente cattolici. Un’iniziativa molto gradita e apprezzata da Pozzallo” “Certo – sottolinea il sindaco – c’e’ la sensazione che tutto accada da noi. Se come dice il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ci sarebbero 600mila persone pronte a partire e visto che i salvataggi si fanno ormai in alto mare, perche’ portarli tutti qui o ad Augusta, nel Siracusano? Sarebbe piu’ giusto – sostiene Ammatunadistribuire gli arrivi in diverse localita’ italiane“. La ‘fuga’ di migranti dai Centri di accoglienza “non sorprende” il sindaco di Pozzallo: “lo sanno tutti – rileva – che nessuno di loro vuole rimanere in Italia, ma vuole andare in Paesi del Nord Europa”. “E’ tutta brava gente – aggiunge – moltissimi sono laureati o diplomati. Ma e’ chiaro che su 350 ci sono almeno 5 persone non tranquille, che indispongono. Il problema – chiosa Ammatuna – sono i ‘grandi numeri’: con cifre alte e’ difficile il controllo e la gestione di tutto…”.