Nuove fonti per le cellule staminali: la scoperta è avvenuta in Calabria

imagesUna ricerca scientifica condotta dal Prof. Massimo Marelli, Direttore Sanitario di Calabrodental, dal dottor Marco Tatullo, Direttore Scientifico di Tecnological Research Institute di Crotone e dal dr. Francesco Paduan, ha dato risultati eccellenti.

L’equipe di ricercatori, che ha operato presso il Centro di Ricerca di Crotone, ha isolato, in laboratorio, sia cisti periapicali umane e sia cellule staminali mesenchimali.

E’ la prima volta che questo dato viene documentato scientificamente ed i ricercatori hanno coniato un termine per identificare la nuova linea cellulare: le hPCy-MSC.

“L’importanza della scoperta è notevole- dicono le “eccellenze” calabresi- in quanto le cisti periapicali umane, anziché essere un “rifiuto biologico”, potrebbero rappresentare una nuova fonte alternativa, di cellule staminali, mettendosi al servizio della ricerca per la creazione di terapie a vantaggio dei chi ne ha bisogno”.

Nello sfacelo della sanità calabrese esistono delle eccellenze da valorizzare e degli esempi chiari di come, dotati di buona volontà, si possono creare le condizioni affinchè si arrivi a scoperte fondamentali per la medicina nazionale ed internazionale. Ed è sicuramente un motivo d’orgoglio quando il Sud e la Calabria in particolare viene “sbattuta” in prima pagina per “questioni positive”. Diciamolo senza remore: “Nella nostra terra ci sono aspetti più che positivi. Sta a noi crederci e valorizzarli”