Liberi di Ricominciare ha incontrato l’Arcivescovo di Reggio: “Non servono programmi faraonici, ma dire la verità” (FOTO)

imagesNella mattinata di oggi presso la Curia vescovile di Reggio Calabria, una delegazione di Liberi di Ricominciare guidata dal suo Presidente Paolo Ferrara, ha incontrato l’arcivescovo metropolita di Reggio Calabria, mons. Giuseppe Fiorini Morosini.
L’incontro, fortemente voluto dal Movimento, ha tratto ispirazione dalla disponibilità dimostrata dall’arcivescovo, sin dal suo insediamento, unitamente alla sua grande capacità di partecipazione ai problemi sociali.
Il suo operato ricorda l’affermazione di Papa Francesco “un buon cattolico si immischia in politica, offrendo il meglio di sé, perché il governante possa governare”.
L’incontro si è svolto in perfetta armonia ed ha dimostrato sin da subito grande sintonia con l’episcopato.
Paolo Ferrara e gli altri componenti della delegazione, hanno evidenziato a Morosini le esigenze che li hanno indotti alla fondazione del Movimento Liberi di Ricominciare: “ascoltare la gente illusa negli anni da una politica affaristica e di interesse. Siamo nati tra la gente comune, con la missione di tutelare i loro diritti ed essere realmente i promotori del rinnovamento”.
L’arcivescovo, dopo aver ascoltato con interesse e entusiasmo gli interventi, ha suggerito come sia indispensabile ridare fiducia alla politica agendo senza inganno ripartendo da ciò che è veramente essenziale: dire la verità.
Morosini: “A breve ci saranno le elezioni comunali dove in molti prometteranno la realizzazione di progetti faraonici. Ai cittadini si deve dire la verità. I soldi che il comune sta restituendo ai suoi creditori sono soldi che poi lo stesso comune dovrà recuperare dal pagamento dei nostri tributi. Quindi è falso dire che nei prossimi anni diminuiremo le tasse. Bisogna dire chiaramente ai cittadini che le tasse non le possiamo diminuire. Non esistono progetti faraonici, ma semplici progetti che possiamo ottenere noi con le nostre forze. Io penso che sia necessario fare questo tipo di discorso, questo tipo di ragionamento affinché si possa davvero essere chiari. Questo deve essere il modo di far politica”.
A conclusione del colloquio Paolo Ferrara ha chiesto a Sua Eccellenza la possibilità di avere incontri periodici necessari alla disamina delle difficoltà in cui versa l’intera cittadinanza.
La richiesta è stata apprezzata e condivisa da Morosini che da buon pastore ha aggiunto “la porta dell’Episcopio è sempre aperta. Non occorre preventivare nessun incontro periodico, quando avete bisogno chiedete. Sono qui per la diocesi e non per me stesso. Chiunque mi chieda di parlare la porta è aperta. Quando c’è bisogno venite, non ho difficoltà a dialogare con voi”.
Ferrara conclude: “oggi per noi è di certo una data storica. A nome di tutto il movimento Liberi di
Ricominciare sono orgoglioso di avviare un dialogo con mons. Morosini, una straordinaria persona che da lustro al nostro territorio. Sono fiducioso che sotto la sua guida spirituale sarà possibile avviare una collaborazione così Reggio potrà essere libera di ricominciare”.