Lavori SS106 Reggio-Taranto, i sindacati: “trasparenza su assunzioni”

ss106“Il sindacato unitario, al fine di scongiurare gestioni clientelari del mercato del lavoro in mano alla mala politica e peggio ancora alla malavita organizzata che non farebbero altro che accrescere la cultura dell’illegalita’ e la sfiducia verso le istituzioni, avrebbe pensato di proporre una gestione trasparente del mercato del lavoro riconducibile alle norme sul collocamento pubblico in capo ai centri per l’impiego”. Lo scrivono le organizzazioni sindacali Fillea Cgil, Feneal Uil e Filca Cisl, in una lettera aperta all’associazione temporanea di imprese Vidoni Spa, aggiudicatrice dei lavori del Megalotto 4 della statale 106. I sindacati che si rivolgono anche al Prefetto di COSENZA e all’Anas, chiedono che “vista l’imminenza dell’apertura dei cantieri del Megalotto 4″, la convocazione del tavolo di “concertazione preventiva”, previsto dall’articolo 113 del Contratto collettivo nazionale di lavoro. “Piu’ volte – prosegue il testo – abbiamo sollecitato un incontro proprio per condividere alcuni punti che attengono la cosiddetta ‘contrattazione di anticipo’, in particolare la parte inerente il ‘mercato del lavoro’. Come voi sapete nella nostra area nei prossimi mesi insisteranno molte opere pubbliche che in un territorio gravemente afflitto dalla disoccupazione potrebbero dare un sollievo a molte maestranze. Come sindacato unitario al fine di scongiurare gestioni clientelari, che non farebbero altro che accrescere la cultura dell’illegalita’ e la sfiducia verso le istituzioni, proponiamo una gestione trasparente del mercato del lavoro riconducibile alle norme sul collocamento pubblico”.