Sicilia, ammontano a 200 milioni i debiti arretrati che i Comuni potranno pagare alle imprese

 Confindustria siciliaAmmontano a 200 milioni in Sicilia i debiti arretrati che i Comuni potranno pagare alle imprese dopo che la Corte dei conti ha registrato il decreto del ministero dell’Economia che eroga agli enti locali circa 3,5 miliardi di euro a livello nazionale. A fare i conti e’ la Confindustria regionale, secondo cui i Comuni siciliani autorizzati a pagare sono 179 su un totale di 390. Messina e’ la provincia piu’ attiva per numero di istruttorie positive (53), ma Ragusa e’ quella con i maggiori importi (oltre 90 milioni) per nove Comuni richiedenti. “Si tratta di far respirare imprese e famiglie”, commenta Confindustria Sicilia in una nota e sottolinea che “per raggiungere questo obiettivo i Comuni, senza oneri aggiuntivi, devono per tempo avanzare le richieste alla Cassa depositi e prestiti”.