Reggio: al maestro Martino Parisi il premio Bonifacio VIII

martino parisiUn premio nazionale che dona il giusto lustro ad un artista reggino. L’Accademia Bonifaciana ha assegnato al professore Martino Parisi, presidente dell’associazione musico teatrale Pentakaris, il premio Bonifacio VIII e il titolo di Accademico onorario “per l’impegno profuso e il fattivo contributo culturale e sociale per la realizzazione degli ideali e degli scopi e per i valori richiamati e le finalità perseguite dall’Accademia”. Nella “città dei papi”, all’undicesima edizione del Premio Nazionale ed Internazionale Bonifacio VIII, in una gremita Sala della Ragione del Comune di Anagni, nell’ambito dei festeggiamenti del decennale di fondazione dell’Accademia Bonifaciana, che nel corso del 2013, ha visto varare diverse iniziative a  carattere sociale, culturale e umanitario, non è voluto mancare il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha espresso vivo apprezzamento per ciò che fa l’Accademia attraverso iniziative rivolte alla promozione della pace, del dialogo e della solidarietà. Tra i premiati di quest’anno, anche il professore Parisi che porta in riva allo Stretto un prestigioso riconoscimento nazionale ed internazionale, istituito dall’Accademia Bonifaciana che intende onorare gli operatori di pace e i promotori dell’assistenza ai Paesi più poveri.

“Esprimo innanzitutto la mia gratitudine all’Accademia Bonifaciana e al suo infaticabile presidente, il martino parisi2Dottor Sante De Angelis, per aver pensato di assegnare alla mia persona il premio internazionale dedicato al Papa Bonifacio VIII – afferma il maestro Parisi -  Accolgo questo riconoscimento come un invito a fare di più e a continuare quel percorso di promozione culturale con i valori dello spirito atto a realizzare un significativo impegno sociale a favore di diverse situazioni di disagio e di indigenza. La Calabria mostra finalmente il suo vero volto, quel volto pulito e sano di tanti artisti che, non con poche difficoltà, continuano a lavorare, a fare arte in una terra problematica ma ricca di risorse umane. Questo premio lo condivido con tutti i miei allievi e i colleghi della Pentakaris che, quotidianamente, si impegnano per promuovere la bellezza di un’arte viva e incontaminata”.

Il premio, simboleggiato con un volto di Bonifacio VIII artisticamente scolpito da Egidio Ambrosetti, fu assegnato per la prima volta nel 2003 al papa Giovanni Paolo II. Da allora a cadenza annuale, e nella cornice architettonica dei palazzi della cittadina medievale, esso è stato consegnato a svariate e meritevoli personalità della vita ecclesiastica, istituzionale, civile e militare. E oggi, tra gli annali vi è il nome del nostro maestro Martino Parisi.