fbpx

Reggio, Castorina e Strati (GD): “la zona nord eterna incompiuta ,allarme a piazzetta unicef”

6cf735828b765aaa93ef41d711e598e3Di seguito la nota diffusa da  Antonino Castorina e Liliana Strati – Circolo Gd Reggio Nord:

Passano gli anni,le stagioni,si alterna il sole al temporale ma a Reggio Calabria e nella zona Nord in particolar modo la storia si ripete.

Terminata una riunione al nostro Circolo,che si trova proprio dinnanzi la Piazzetta Unicef lo scempio più totale,la Piazzetta Unicef,un bel polmone verde  che neanche un mese fa giovani volenterosi avevano pulito di nuovo stuprata e lasciata morire come se a nessuno interessasse niente di questa cosa.

Non ci troviamo in un piccolo comune lontano dal centro città e dimenticato da tutti ma nel cuore pulsante di Reggio,accanto due istituti scolastici,tra diversi esercizi commerciali,nell’area dove insistono due ambulatori medici e tanto altro, ma forse ,questo ,non interessa a nessuno.

La città turistica che in questi anni è stata declamata è una città che paga amaro il conto di una gestione fallimentare e che oggi non consente di affrontare queste emergenze che vanno però seguite.

Non c’e’ la pulizia e neanche più la musica di Peppe Dj.

Ai commissari chiediamo un interessamento sul decoro e sulla pulizia di questo spazi verdi che sono gli ultimi rimasti e che rappresentano per tanti giovani e famiglie un punto di incontro e ritrovo che se però abbandonati agli eventi perderanno progressivamente la funzione aggregativa e sociale per i quali sono stati pensati e costruiti.

La nostra preoccupazione però non si ferma solo all’abbandono di un area verde che sentiamo nostra ma anche rispetto ad uno stallo che esiste rispetto alla costruzione della struttura che sorge tra Piazza del Popolo e il Vittorino da Feltre ora mai ferma da tempo immemore ma cosa ancora più grave discarica abusiva e deposito a cielo aperto.

Sembra che non siamo in una città metropolitana ma a Blu Notte,in una puntata avvolta dal mistero,dalle tenebre,da una zona grigia che non vuole schiarirsi.

Perché tutto questo a spese della collettività,perché non si interviene per ridare un senso alla nostra zona ?  Chi sono i responsabili di questo stallo ? e chi sono i veri nemici di Reggio ? Chi sono gli artefici di questo scempio e chi le vittime ?

L’auspicio è che la cittadinanza tutta si renda conto delle difficoltà che la nostra città ed il nostro quartiere sta vivendo e ne faccia le dovuto conseguenze.