Orrore in Siria: fondamentalisti islamici decapitano 3 frati francescani, video-shock dell’esecuzione

Immagine Nuovo atto di immane barbarie in Siria: tre monaci francescani sono stati decapitati dai guerriglieri islamici del Fronte al-Nusra. Il video dell’orribile triplice assassinio, che risale a domenica scorsa, e’ stato diffuso su Youtube e sta facendo il giro del mondo. I religiosi erano state prelevati dal convento di Ghassanieh, un monastero nel nord della Siria, vicino a Homs, che e’ stato saccheggiato e devastato dai jihadisti. Tra di loro, padre Francois Mourad, un religioso di nazionalita’ siriana che aveva fondato l’ordine religioso a Ghassanieh.. Nel filmato, della durata di circa nove minuti e nel quale si mostrano crude immagini dell’uccisione dei tre uomini bendati e inginocchiati, si vede un uomo in piedi, con un copricapo centroasiatico che parla ai presenti in un arabo assai diverso dalla parlata locale siriana. Il crimine sarebbe avvenuto secondo la didascalia nella regione di Idlib, vicino a Ghassaniye, localita’ dove padre Murad – la cui uccisione era stata annunciata nei giorni scorsi – era rimasto a guardia del convento di San Simeone. “Questo – afferma il miliziano, indicando uno degli uomini a terra – ha collaborato col regime. Sul suo cellulare abbiamo trovato numeri di telefono di ufficiali (del regime) di Aleppo“. Il miliziano presenta altre “prove” del coinvolgimento dell’uomo con il regime siriano fino a quando la folla di presenti, tra cui si riconoscono combattenti provenienti dal sud-est asiatico o dal nordafrica, intona il grido ‘Allahu Akbar’ (Dio e’ grande) che precede la decapitazione. Le raccapriccianti immagini finali mostrano le teste dei decapitati, mentre la folla attorno, composta anche da diversi bambini, scatta foto e grida.

Le immagini del video sono potenzialmente offensive, inappropriate e pericolose: potrebbero urtare la vostra sensibilità. Potete decidere o meno di visualizzare il video in base alla vostra discrezione.