Villa San Giovanni, prosegue la vertenza sindacale dei lavoratori della Perla dello Stretto

perlaContinua la vertenza sindacale dei lavoratori della Perla dello Stretto.
Al Prefetto di Reggio Calabria, al Presidente della Provincia, all’Assessore regionale alle Attività produttive e al Sindaco del Comune di Villa San Giovanni, infatti, i sindacati Filcams Cgil Rc-Locri e Fisascat Cisl Rc avevano inoltrato ufficialmente una richiesta di convocazione con le parti sociali.Gli stessi sindacati auspicano, quindi, un tempestivo riscontro.

“Il nostro obiettivo – sottolineano i segretari Samantha Caridi e Rita Raffa – è quello di dar il via a un tavolo tecnico per la tutela del personale ex dipendente presso il Centro Commerciale La Perla dello Stretto”.

Dopo cinque anni di uno status quo lavorativo e produttivo che coinvolge più di trecento impiegati, le OO.SS. denunciano l’imminente scadenza della CIGS per una parte degli ex dipendenti (della Eldo S.p.A). Il grido di allarme dei sindacati riguarda, però, il destino di tutti gli ex dipendenti del centro commerciale.
Gli stessi che per dieci anni hanno lavorato all’interno dei diversi punti-vendita della struttura stessa e che hanno ricoperto distinti ruoli professionali. Figure essenziali per il corretto funzionamento delle attività commerciali e che – per le OO.SS. – “dovrebbero esser non solo tutelate ma, anche, valorizzate maggiormente”.

Filcams Cgil Rc-Locri e Fisascat Cisl Rc – considerando che è stato costituito tra gli imprenditori subentranti un consorzio “La nuova Perla dello Stretto” – chiedono maggiori garanzie per gli ex dipendenti e più controlli da parte degli Enti sul rilascio di eventuali finanziamenti.

Lavoratori, padri e madri di famiglia, che hanno bisogno di riottenere la propria dignità. Il proprio lavoro. La rabbia di persone che rivendicano un ruolo all’interno della città e della società. Ecco qual è la storia de La Perla dello Stretto di Villa San Giovanni. Ma – in un clima nazionale in cui la crisi economica attanaglia soprattutto il Mezzogiorno – per Filcams Cgil e Fisascat Cisl diventa fondamentale coinvolgere le istituzioni in un percorso condiviso per il raggiungimento di un accordo che tuteli livelli occupazionali.
Qui, a Reggio Calabria, a Villa san Giovanni – evidenziano Caridi e Raffa -, “noi siamo pronti, siamo liberi a un confronto presente per scrivere una storia futura migliore”.