Maglia pro-Speziale: Daspo di 3 anni ad Arcidiacono

Il Questore di Catanzaro Guido Marino ha emesso un Daspo che impone tre anni lontano dagli stadi per l’attaccante del Nuovo Cosenza Calcio, squadra di Serie D, Pietro Arcidiacono, 24 anne catanese, che sabato, per festeggiare un gol, ha esibito una maglia con la scritta ”Speziale innocente” per solidarietà con l’ultras del Catania condannato in via definitiva per omicidio preterintenzionale per la morte dell’ispettore capo di polizia Filippo Raciti in occasione del derby col Palermo. Intanto la Questura sta indagando per verificare la posizione di altre persone coinvolte nella vicenda. Sembra infatti che la maglietta con la scritta incriminata sia stata passata ad Arcidiacono dal fratello Salvatore, che sedeva in panchina.  Inoltre gli agenti del Commissariato di polizia di Lamezia Terme, città in cui si è giocata la partita durante la quale Arcidiacono ha mostrato la maglietta (Sambiase – Nuovo Cosenza, terminata 3-4, rete decisiva proprio dell’attaccante), hanno inviato una relazione alla Procura per verificare se sussistano estremi di reato nel comportamento del calciatore.