Scambi culturali, 350 studenti egiziani in Calabria

Un programma che aprira’ la Calabria al Mediterraneo, con uno scambio culturale di grande valenza. E’ questa l’ iniziativa illustrata questa mattina, nel corso di una conferenza stampa che si e’ svolta a Catanzaro, dall’assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri, insieme al direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Francesco Mercurio, e al presidente dell’Iscapi (Istituto calabrese di politiche internazionali), Salvatore La Porta. Si tratta, ha spiegato Caligiuri, del progetto di cooperazione scolastica “piu’ importante del Mediterraneo, dimostrando con i fatti che la Calabria puo’ avere un ruolo significativo nelle politiche dell’educazione, cosi’ come voluto dal presidente Scopelliti”. In particolare, saranno 350 studenti, selezionati dal governo egiziano, a frequentare, per cinque anni, cinque scuole superiori, una ciascuna per provincia. Gli istituti saranno quelli di Palmi (Istituto agrario), Decollatura (Istituto secondario con specializzazione socio-sanitaria), Serra San Bruno (Istituto Alberghiero), Cutro e Le Castella (Istituto superiore turistico e Agrario), Campana e Bocchigliero (assistenza tecnica per operatore elettronico) a cui si aggiunge Fuscaldo (Istituto tecnico, specializzazione meccanica), dove l’esperienza e’ stata avviata dall’anno scorso. “Quello che sta accadendo in Italia – ha aggiunto Caligiuri – e’ importante per l’intero Paese, dal momento che il progetto ha ottenuto il plauso anche del ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, che ha voluto verificare personalmente la bonta’ dell’iniziativa recandosi nell’istituto tecnico di Fuscaldo a specializzazione meccanica”. Il risultato e’ stato possibile grazie alla collaborazione tra la Regione, l’Ufficio scolastico regionale, l’Ambasciata Egiziana in Italia, le Province, i Comuni e gli Istituti d’istruzione superiore, come ha spiegato nel suo intervento Francesco Mercurio.