Stragi di mafia 1992: RaiTre dedica un documentario a Rosaria Schifani, moglie di uno degli uomini della scorta del giudice Falcone

Uno speciale dedicato alla figura di Rosaria Schifani, moglie di Vito, uno degli uomini della scorta del giudice Falcone, che, allora, poco più che ventenne, davanti alla bara del marito si rivolse ai mafiosi con queste parole: “Vi perdono ma inginocchiatevi“.
Nell’anniversario della strage di Capaci, Raitre sta preparando un documentario imperniato sulla sua figura. La donna torna, dopo vent’anni, sul luogo della strage e  racconta in prima persona la sua storia, di dolore e di coraggio, la storia di una donna che, lasciando Palermo, la sua citta’, ha saputo offrire al figlio (Emanuele ha vent’anni e nessun ricordo del padre) e a se stessa, un’altra opportunita’ di vita. Una donna che non si è mai arresa e che ha sempre ricercato i perchè della mafia. La sua analisi sul fenomeno mafioso appare ora amara e disincantata. Il documentario andrà in onda su RaiTre il 21 maggio prossimo in una serata dedicata alle stragi di mafia del 1992. Nel corso della serata anche uno speciale di Carlo Lucarelli che ricordera’ il giudice Borsellino e affrontera’ il delicato tema della cosiddetta trattativa tra lo Stato e la mafia.