Elezioni amministrative: in Calabria 84 comuni al voto, Catanzaro su tutti

Sono 84 i comuni al voto in Calabria alle prossime elezioni amministrative. Unico capoluogo di provincia impegnato nella consultazione elettorale e’ Catanzaro dove si affronteranno cinque candidati a sindaco. L’ex sindaco Michele Traversa si era dimesso dall’incarico a meno di un anno dalla sua elezione. Il Terzo Polo si presenta con un proprio candidato, Giuseppe Celi, contro il candidato del Pdl Sergio Abramo. Ci sono poi Salvatore Scalzo, sostenuto dal centrosinistra, Antonio Carpino per il partito comunista dei lavoratori ed Elio Mauro per una lista civica. Nella provincia di Catanzaro sono 19 i Comuni chiamati al voto. Rispetto alla scadenza naturale del mandato tornano alle urne i cittadini di Isca sullo Jonio e Olivadi, entrambe le amministrazioni erano state sciolte dopo le dimissioni di sette consiglieri comunali. In provincia di Reggio Calabria sono 22 i Comuni al voto. Le elezioni sono state sospese per due comuni, Bova Marina e Plati’, dopo il recente scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose. Il prefetto di Reggio Calabria Luigi Varratta (in questi giorni in partenza per Firenze) aveva sospeso i due consigli per le dimissioni della maggioranza nel primo caso e del sindaco Michele Strangio nel secondo. Le commissioni d’accesso nei comuni hanno poi rilevato criticita’ che hanno portato il ministro dell’Interno ad assumere la decisione. Per Plati’ si era proposto come candidato a sindaco il giudice Romano De Grazia, promotore della legge che vieta ai sorvegliati speciali di fare campagna elettorale. Rimane tutto congelato, considerata la recente decisione del governo di prorogare il periodo di commissariamento. Un altro magistrato si presenta a Palmi, altro comune che non e’ andato a elezioni al termine della scadenza naturale del mandato per una mozione di sfiducia all’ex sindaco. Si tratta del magistrato Salvatore Boemi, ex coordinatore della Dda a Reggio Calabria e responsabile della Stazione unica appaltante. Gli altri candidati sono Giovanni Barone, Silvana Morgane e Francesco Trentinella. Sempre nel reggino torna alle urne il piccolo comune di Staiti, dove alle ultime elezioni si era presentata una sola lista ma non era stato raggiunto il quorum dei votanti. Anche a Rizziconi le elezioni sono anticipate, il consiglio comunale venne sciolto per impossibilita’ di surroga. Tra le curiosita’, a Sant’Eufemia d’Aspromonte uno dei tre candidati a sindaco, Giovanni Fedele, e’ il fratello del capogruppo in consiglio regionale del Pdl Luigi Fedele. Contro di lui si candida Domenico Creazzo, con il quale aveva condiviso proprio un’esperienza politica. Terzo candidato e’ l’ambientalista Domenico Rositano. In provincia di Cosenza si vota in 26 comuni, tra cui Cassano allo Jonio, per la poltrona lasciata vacante dal sindaco Gianluca Gallo eletto consigliere regionale. Si presentano il sindaco facente funzioni Mimmo Lione, Gianni Papasso che e’ segretario provinciale del Psi, la presidente uscente del consiglio comunale Rosellina Garofalo, Giuseppe Cimino e Luca Iacobini. A Carolei si vota prima della scadenza naturale del mandato per le dimissioni dell’ex sindaco. Anticipano l’appuntamento alle urne anche i cittadini di San Sosti. Saranno 13 i comuni impegnati al voto in provincia di Vibo Valentia, uno solo nel crotonese a Roccabernarda.