Cinema, a Messina “Scuolafilmfest”: studenti-registi per spot di pubblicità progresso

Comunicare con le immagini. E’ l’obiettivo di ”Ciak ScuolaFilmFest”, il concorso promosso da Lab Cinecitta’ Sicilia & Ass. e rivolto agli istituti di primo e secondo grado di Messina e provincia. Grazie all’iniziativa, che dopo la grande partecipazione del primo anno promette di bissare il successo, gli studenti si trasformeranno in registi, attori e sceneggiatori, per lanciare un messaggio educativo attraverso uno degli strumenti piu’ efficaci e amati dai giovani: il cinema. Bullismo, sicurezza stradale, droga, alcol, legalita’, donazione organi, diversamente abili, ma anche identita’ siciliana ed integrazione culturale e le piu’ attuali tematiche dell’energia e dell’ambiente saranno alcuni dei temi, su cui si misureranno centinaia di allievi. A loro tocchera’ realizzare spot cinematografici di pubblicita’ progresso, che gareggeranno tra loro per aggiudicarsi un premio nel corso di una serata finale. Il concorso cinematografico, a cui potranno partecipare anche anche gruppi autonomi purche’ formati da ragazzi iscritti in un qualsiasi Istituto scolastico, mira a creare uno spazio d’incontro per i giovani.  ”Gli studenti si trasformeranno in attori e sceneggiatori – dice il direttore artistico Sergio Bonomo -, ma sperimenteranno anche figure tecniche come registi, operatori di ripresa e montatori, con lo scopo di lanciare un messaggio dalla forte valenza educativa. Lo faranno utilizzando uno strumento a loro caro come il cinema”. I ragazzi, cosi’, saranno i veri protagonisti di una sfida creativa con l’obiettivo di riflettere sulla tematica sociale scelta ed esprimere un’idea comune da tramutare in un breve video, rivolto anche a un pubblico adulto. Pur potendo avvalersi nel loro percorso di competenze e professionalita’ esterne, dovranno essere loro i protagonisti assoluti del video. ”Cosi’ facendo i ragazzi, in una prima fase del lavoro – spiegano gli organizzatori -, si confronteranno, dialogheranno per cercare di scrivere una trama in cui potersi rispecchiare. Poi, da autori diventeranno attori, registi, truccatori, operatori di ripresa.  “Impareranno quindi – aggiungono gli organizzatori del concorso – a conoscere le tecniche cinematografiche e a metterle in pratica per la costruzione del film, di cui saranno gli assoluti protagonisti, davanti e dietro la macchina da presa”. ”Lo scorso anno – dice l’assessore comunale alla Pubblica istruzione di Messina, Salvatore Magazzu’ – all’iniziativa hanno partecipato 80 istituti. Ora abbiamo deciso di arricchire questa seconda edizione con nuove tematiche come l’energia per stimolare i ragazzi a lavorare e confrontarsi su frontiere piu’ attuali”. Il progetto, che ha ottenuto il patrocinio di Regione siciliana, Provincia e Comune di Messina, e Fai (Fondo per l’ambiente italiano), prevede la fornitura di schede per l’apprendimento della tecnica di base dell’uso del mezzo e del linguaggio cinematografico, permettendo cosi’ agli studenti di ideare la sceneggiatura per il videoclip utilizzando un linguaggio da registi ed uno story board per raccontarla. Insomma un percorso dinamico e creativo durante il quale gli studenti trasformati in autori, sceneggiatori, truccatori, operatori di ripresa e montaggio, si sfideranno a colpi di ciak per aggiudicarsi un ”piccolo Oscar”. Infatti i lavori considerati piu’ belli da una commissione giudicatrice di esperti, avranno le ”nomination” e durante la serata finale – cerimonia di premiazione, si scopriranno i vincitori nelle varie categorie: miglior film, sceneggiatura, regia, attore, attrice, trucco, storyboard, gruppo di lavoro, idea-soggetto, colonna sonora inedita e altri riconoscimenti distinti per area tematica e tipo di istituto. I migliori spot realizzati saranno diffusi anche da emittenti televisive locali. E chissa’ che tra registi ed attori in erba non nasca anche qualche talento.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...